Heidelberg presenta la nuova Speedmaster CX 104: intervista con Mauro Antonini di Heidelberg Italia

962

Heidelberg ha presentato la nuova Speedmaster CX 104, al più grande evento di quest’anno, China Print dal 23 al 27 giugno a Pechino, ma anche online durante l’evento virtuale IT’S SHOWTIME! Ne parliamo con Mauro Antonini di Heidelberg Italia

 

Con la nuova Speedmaster CX 104, Heidelberg sta cercando di rafforzare ulteriormente la sua posizione nel settore degli imballaggi e soddisfare la crescente domanda di sistemi di stampa flessibili con soluzioni di automazione e varianti nel settore commerciale. La nuova macchina da stampa a foglio in formato 104 offre ai clienti dei settori commerciali, degli imballaggi e delle etichette, l’accesso alla tecnologia offset a foglio all’avanguardia di Heidelberg con un eccezionale rapporto qualità-prezzo.

Esclusivo approccio operativo con sistemi di assistenza intelligenti di serie
La Speedmaster CX 104 vanta un nuovo design ergonomico con un’eccellente accessibilità e ha un approccio operativo completamente nuovo (Heidelberg UX), insieme a tutta una serie di sistemi di assistenza inclusi di serie. Ciò fornisce il miglior supporto possibile per gli operatori con la stazione di controllo Prinect Press Center XL 3 e direttamente in macchina. Per garantire tempi di avviamento brevi, il sistema brevettato Intellistart 3 determina automaticamente i processi di avviamento necessari per i lavori da produrre. Ciò comporta il monitoraggio continuo dello stato della macchina e il confronto con i lavori successivi. Intellistart 3 avvia il processo di avviamento e lo esegue automaticamente. Intelliguide e gli elementi LED a controllo colore Intelliline sulle unità di stampa e verniciatura comunicano agli operatori lo stato operativo della macchina in qualsiasi momento e indicano qualsiasi intervento manuale necessario. Il software Intellirun fornisce un’anteprima dei diversi lavori pianificati, fornendo agli operatori informazioni prioritarie in base alla situazione, che li aiuta a prevenire inutili tempi di fermo intervenendo tempestivamente.
Ci sono anche una serie di sistemi di assistenza basati sull’intelligenza artificiale, come Wash Assistant e Color Assistant Pro. Questi sistemi consentono un funzionamento end-to-end intuitivo e di facile utilizzo, garantiscono processi stabili che possono essere controllati con precisione e migliorano le prestazioni grazie a tempi di avviamento minimi, meno scarti e consumi energetici ridotti. Diversi sistemi di misurazione del colore Prinect forniscono inoltre una stabilità cromatica riproducibile ottimale con scarti minimi.

Nuova unità di verniciatura per una finitura superficiale di alta qualità efficiente e flessibile
Elemento importante della Speedmaster CX 104 è la sua nuova unità di verniciatura. Si basa sulla tecnologia XL, con funzionamento semplificato, avviamento più rapido e un ulteriore miglioramento della qualità della verniciatura. L’accessibilità è ottimizzata grazie alla disposizione degli elementi chiave. L’anilox pesa il 30% meno e rende il processo di cambio formato più ergonomico e molto più rapido. Dai clienti pilota è già stato confermato in condizioni reali un risparmio di tempo fino al 75% con un solo operatore. La Speedmaster CX 104 è la prima macchina a utilizzare come standard i nuovi cilindri “pulse laser process” (PLP) prodotti da Heidelberg. Questo processo brevettato con impulsi laser mirati consente un’incisione particolarmente delicata, che si traduce in verniciature omogenee e quindi livelli di brillantezza uniformemente elevati. Questi vantaggi si notano con vernici UV e quando si utilizza un cilindro retinato elicoidale inciso con il nuovo sistema con camera a racla pressurizzata. Una pressione costante nella camera elimina la formazione di schiuma prevenendo bolle d’aria sulla verniciatura. Anche alle massime velocità di stampa, è possibile ottenere risultati ed effetti di brillantezza eccellenti in condizioni di produzione stabili. Tutte le funzioni possono essere azionate in modo intuitivo sull’unità di verniciatura stessa e molte funzioni possono anche essere controllate in modo efficiente e regolate a distanza da Press Center XL 3.

Le innovazioni nell’unità di inchiostrazione e di bagnatura aumentano la versatilità
L’unità di inchiostrazione e di bagnatura della nuova Speedmaster CX 104 sono orientate a una qualità e produttività ottimali. Sono inoltre disponibili funzioni aggiuntive per i clienti che desiderano migliorare ulteriormente le prestazioni di questa unità, in particolare per la stampa UV. Ad esempio, l’estrazione integrata del vapore d’inchiostro riduce le emissioni in sala stampa, in particolare a velocità elevate. Un agitatore automatico dell’inchiostro garantisce un’elevata qualità di stampa mantenendo costante la viscosità dell’inchiostro UV. Disponibile come opzione un’ulteriore unità di lavaggio per l’utilizzo misto di inchiostri convenzionali e UV. Il passaggio dall’inchiostro UV a quello convenzionale assicura l’utilizzo della soluzione di lavaggio corretta in modo completamente automatico e questo rende il processo di lavaggio molto più veloce. L’opzione Auto Protect protegge i cilindri nelle unità di inchiostrazione senza un’assegnazione di colore applicando Saphira Roller Protection Liquid. Intellistart 3 controlla questo processo automaticamente in base ai dati del lavoro e all’assegnazione dell’unità di stampa, quindi non è necessario alcun intervento manuale. Questo vale anche per la pulizia profonda, un altro extra, che viene automaticamente suggerita al passaggio dai colori scuri a quelli chiari in modo che l’operatore possa svolgere altre attività in parallelo, risparmiando circa cinque minuti per unità di stampa.

A tu per tu con Mauro Antonini Head of Equipment, Digital Technology & Marketing di Heidelberg Italia

Mauro, iniziamo con un ricordo di Alberto Mazzoleni la cui improvvista scomparsa ha sconvolto il mondo della stampa?
“Alberto, in azienda da oltre 20 anni, è stato un manager e un collega importante, sotto la sua guida è stato gestito il passaggio fondamentale della nostra società da Macchingraf ad Heidelberg Italia.
Un lavoratore instancabile, ha sempre dedicato tutto se stesso alla società e ai colleghi, ricordo come abbiamo affrontato insieme il difficile periodo del primo lockdown, le decisioni prese e i risultati ottenuti, sempre con l’obiettivo di tutelare le persone dell’azienda.
La scomparsa di Alberto è stato come potrete immaginare, un duro colpo, oggi abbiamo raccolto la sua eredità e sarà nostro compito proseguire nella gestione dell’azienda con impegno e dedizione, facendo tesoro delle esperienze fatte insieme a lui”.

A livello di management per la struttura italiana ci saranno delle novità?
“Il Management di Heidelberg Italia è cambiato ed è già operativo dallo scorso Maggio,  insieme alla casa madre abbiamo agito velocemente per dare continuità alle attività della nostra azienda, focalizzandoci sul mercato per non perdere nessuna opportunità.
Il nuovo Management team è composto da tre persone che si sono divise le responsabilità dell’azienda:

Da sinistra Marco Marangoni, Laura Betelli e Mauro Antonini

Marco Marangoni in qualità di Territory  Head, è  responsabile dell’area materiali di consumo che noi chiamiamo  Life Cycle, del Service, della logistica e del Call Center;
Mauro Antonini in qualità  di Head of Equipment, Digital Technology & Marketing, si occupa di tutte le attrezzature, dell’area Prinect e del Marketing;
Laura Betelli in qualità di CFO, è responsabile dell’area Finanza, Amministrazione e HR.
Marco  Marangoni e Mauro Antonini sono in aggiunta membri del board, rispettivamente come presidente e vice presidente”.

Che cosa rappresenta per la strategia di Heidelberg questa nuova SpeedMaster CX 104?
“Questa nuova macchina è frutto di uno studio approfondito del mercato mondiale della stampa, consapevoli di una base installata importantissima di gruppi stampa formato 102, ben superiore alle 100.000 unità e una clientela che oggi utilizza attrezzature di concorrenti, Heidelberg ha deciso di presentare la nuova  Speedmaster CX 104 una macchina da stampa che aiuterà queste aziende ad armonizzare la sala stampa, inserendo tecnologia, migliorando nel contempo la  produttività,  la trasparenza nella gestione delle commesse e la flessibilità produttiva, aspetto oggi fondamentale nel  mercato”.

Strategia focalizzata sul packaging, ma non solo vista la grande flessibilità che la rende una soluzione ideale anche per commerciale ed etichette. Chi è il cliente ideale di questa nuova macchina?
“Heidelberg pone attenzione su tutti e tre i segmenti del mercato grafico, Packaging, label e commerciale; tutti questi mercati hanno denominatori comuni come la necessità di essere veloci ed effettivi nel cambi di lavoro, ecco la Speedmaster CX 104 dà una risposta precisa a queste esigenza.
Il cliente tipo è l’azienda che vuole migliorare la produttività attraverso velocità trasparenza affidabilità e disponibilità produttiva delle attrezzature”.

Qual è l’aspetto tecnico che secondo te il mercato apprezzerà di più di questa nuova SpeedMaster?
“La Speedmaster  CX 104 è  una macchina di grande contenuto tecnologico, come anticipato poc’anzi,  la flessibilità produttiva è una delle caratteristiche principali di questa SM, nei modelli con unità di verniciatura, Heidelberg ha completamente re- ingegnerizzato il gruppo flexo, rendendolo veloce nei cambi e gestibile da un solo operatore.
Oltre a ciò il livello di personalizzazione della macchina è  massimo, il cliente può  scegliere ogni singolo accessorio in base alla propria produzione senza dover accettare compromessi tecnologici fino ad arrivare alla macchina Push to Stop.
Con questa attrezzatura Heidelberg soddisfa tutte le richieste ed esigenze produttive  della clientela permettendo l’inserimento della stessa nella sala stampa  in modo armonico ed efficace”.

A quando la prima installazione nel mercato italiano?
“Da alcuni mesi stiamo lavorando con gruppi selezionati di clienti raccontando in anteprima questa nuova tecnologia. La risposta del nostro mercato è stata subito eccellente, abbiamo a oggi venduto 10 Speedmaster CX 104 in Italia; la prima installazione avverrà dopo l’estate 2021 presso una importante  azienda Milanese famosa per la qualità di stampa, la gestione attenta delle commesse e l’ integrazione dei processi produttivi, parlo di Galli e Thierry.
Personalmente ritengo che questa macchina darà al mercato Italiano delle grandi soddisfazioni, il numero di unità già vendute, l’interesse della clientela e i risultati che vediamo durante i test in fabbrica lo dimostrano chiaramente”.