Fiere di Parma e Koelnmesse insieme per consolidare la leadership nelle fiere food and beverage

299

In occasione della 52° edizione di ISM, l’evento leader mondiale per il settore Dolci&Snack, Koelnmesse e Fiere di Parma hanno annunciato che la loro partnership, operativa ormai da 8 anni nel settore Meccano Alimentare, si estende anche al Food&Beverage.

A partire dal 2024, TuttoFood sarà supportato dalla rete internazionale di Koelnmesse per lo sviluppo degli espositori esteri per confermare e sviluppare il suo posizionamento internazionale attraverso il network che organizza le fiere leader mondiali nel settore alimentare, ossia Anuga e, appunto, ISM.

 

Fiere di Parma - Koelnmesse

Parallelamente, anche Cibus potrà godere dei vantaggi del Know How degli storici partner di Colonia in particolare sul fronte dei visitatori internazionali, come già avviene dal 2015 per Cibus Tec. Grazie a questa alleanza, la storica fiera Meccano-Alimentare di Parma ha raggiunto infatti risultati record nel 2023, superando – caso unico in Europa – i numeri pre-covid dell’edizione 2019.

Da oggi, quindi, al mercato delle aziende Agro Alimentari si presenta una piattaforma fieristica unitaria che ha in portafoglio Anuga-Colonia, ovvero l’evento di riferimento a livello mondiale, Cibus-Parma, la fiera leader e iconica del Made in Italy alimentare, e TuttoFood-Milano che ospiterà le tendenze dell’offerta globale di Food&Beverage.

 

Questa operazione di sistema è stata possibile grazie alla visione unitaria di tutti gli Azionisti e Amministratori di Fiere Parma e Koelnmesse i quali privilegiano, da sempre, lo sviluppo delle loro fiere nei propri quartieri e sui rispettivi territori. La triangolazione Parma-Colonia-Milano non solo consoliderà la leadership di queste città nelle fiere Food&Beverage ma confermerà il ruolo guida dell’Europa nel tracciare un modello alimentare consapevole e sostenibile per il pianeta.

FOTO_Mosconi - Bose

Franco Mosconi, Presidente di Fiere di Parma, spiega: “Una partnership lungimirante: questo è, in poche parole, il nostro giudizio. L’ampliamento della cooperazione con Koelnmesse dall’industria Meccano Alimentare al settore Food & Beverage è una pietra miliare non solo per le città di Colonia, Parma e Milano, ma anche per i nostri due Paesi. Germania e Italia sono i due giganti industriali dell’UE, e la Germania è il principale partner commerciale dell’Italia. Questo nuovo accordo tra la nostra azienda – Fiere di Parma – e il leader di mercato internazionale fa parte di questo quadro più ampio che consideriamo ricco di opportunità.”

 

“L’accordo firmato oggi con Koelnmesse completa il progetto di posizionamento internazionale di Fiere di Parma iniziato 15 anni fa con il rilancio di Cibus e culminato nell’alleanza strategica con Fiera Milano per TuttoFood lo scorso aprile. Seguendo questo percorso, saremo in grado di offrire alle aziende alimentari italiane e straniere, ogni anno e in Italia, una piattaforma fieristica internazionale eccellente gestita e garantita dal nostro team e dai nostri colleghi di Anuga e ISM”, aggiunge Antonio Cellie, CEO di Fiere di Parma.

 

Gerald Böse, CEO di Koelnmesse, al momento della firma ha dichiarato: “Siamo entusiasti di annunciare l’estensione della nostra partnership con Fiere di Parma. L’ingresso nel settore Food & Beverage rappresenta per noi un’importante pietra miliare. L’Italia, un mercato cruciale, presenta possibilità accattivanti. La sinergia dinamica tra Cibus, TuttoFood e le competenze di Koelnmesse, come dimostrato da Anuga e ISM, alimenta la nostra aspettativa di dare forma alle tendenze globali. Questa collaborazione non solo rafforza la nostra presenza sul mercato, ma sottolinea anche il ruolo centrale dell’Europa nel sostenere un modello alimentare sostenibile sulla scena globale.”

 

Thomas Rosolia, Amministratore Delegato di Koelnmesse Italia, ha aggiunto: “Questa ulteriore collaborazione tra Fiere di Parma e Koelnmesse, già consolidata dal 2016 per l’organizzazione congiunta di Cibus Tec per il settore delle tecnologie alimentari, conferma l’obiettivo di entrambe le parti di creare una piattaforma di business unica nel suo genere, con un’impronta internazionale, a beneficio dell’intera industria alimentare.”