Cartiera Confalone sceglie Toscotec per la fornitura di una nuova linea tissue ad alta efficienza energetica

2080

Cartiera Confalone è la protagonista di un investimento importante che vedrà la costruzione di una nuova sede produttiva altamente innovativa a Montoro, in provincia di Avellino, con una dotazione di tecnologia tissue all’avanguardia. La cartiera sarà dotata di un magazzino automatizzato e una macchina continua AHEAD 2.2 fornita da Toscotec, su base turnkey. Lo stabilimento di Montoro, oggetto dell’investimento più importante del Sud Italia nel settore del tissue negli ultimi vent’anni, darà anche impulso al mercato del lavoro locale con nuove assunzioni.
L’avviamento dell’impianto è previsto nell’ultimo trimestre del 2020. La nuova linea tissue include una macchina continua AHEAD 2.2, con pressa a scarpa TT NextPress, un cilindro monolucido in acciaio TT SYD e un impianto cappe a gas con numerosi stadi di recupero energetico. Il formato carta è 2.850 mm, la velocità di design è 2.200 m/min e la capacità produttiva supera le 35.000 t/a. La linea sarà dedicata alla produzione di igienica, tovagliolo e asciugatutto e processerà impasto di fibra vergine pre-essicata e broke di converting.
L’impianto chiavi in mano comprende la preparazione impasti completa, il sistema brevettato da Toscotec di raccolta e convogliamento delle acque bianche TT SAF (Short Approach Flow) che assicura un’efficienza operativa ottimizzata, l’impianto elettrico e di controllo dell’intera linea, inclusi il DCS e QCS e l’aspirazione polveri e nebbie della macchina continua. L’impianto del vuoto, il sistema di analisi vibrazione rulli e riduttori di macchina e l’impianto di ventilazione sala e sotto-tetto completano la fornitura.
Il chiavi in mano include anche due ribobinatrici OPTIMA 2200 di nuovo design, dotate del sistema di controllo della tensione del foglio e del nip sulla bobina in formazione e di un impianto dedicato di aspirazione polveri.
Il core-assist drive (motorizzazione dell’asta della bobina in formazione) installato sull’arrotolatore della continua ed il controllo ottimizzato della pressione di nip delle ribobinatrici OPTIMA 2200 garantiranno una qualità premium, preservando lo spessore e la sofficità del prodotto finito.
Toscotec fornirà anche l’ingegneria di dettaglio, il montaggio chiavi in mano di tutto l’impianto, la messa in opera, l’avviamento e i programmi di formazione del personale della cartiera.
Il rapporto tra la Toscotec e la Cartiera Confalone S.p.A. risale al 1999 anno in cui la Cartiera Confalone S.p.A. installò una macchina tissue MODULO-PLUS nello stabilimento di Maiori (SA), e successivamente nel 2013 ne sostituì il cilindro in ghisa con un monolucido in acciaio TT SYD.
Gaetano Confalone, Amministratore Unico di Cartiera Confalone, ha commentato: «Questa nuova linea Toscotec rappresenta un investimento tecnologico strategico per la nostra cartiera. A partire dal progetto della nostra prima macchina tissue, sono più di vent’anni che collaboriamo con Toscotec. Siamo molto soddisfatti della competenza e professionalità di Toscotec, non solo per avere ingegnerizzato una soluzione fatta su misura per le nostre esigenze, ma anche per la loro provata capacità di gestione di progetti “chiavi in mano” di questa magnitudo. Questa macchina rappresenta la chiave dello sviluppo futuro del nostro brand».
Alessandro Mennucci, CEO di Toscotec, ha affermato: «E’ un onore per noi essere stati scelti da Cartiera Confalone per questo progetto chiavi in mano. Il contratto include la nostra tecnologia più avanzata, come la pressa a scarpa TT NextPress, ed una fornitura molto estesa, dalla preparazione impasti fino a due linee di ribobinatrici. E’ qui che Toscotec è in grado di dimostrare le sue capacità di vera specialista di soluzioni turnkey».