Xeikon si connette con i clienti grazie a uno Xeikon Cafè virtuale

0
627

A causa della pandemia di Coronavirus molti incontri personali sono stati cancellati: così Xeikon ha organizzato lo scorso aprile un’alternativa che teneva conto delle distanze sociali al consueto appuntamento per clienti e professionisti, chiamata Xeikon Cafè TV, due appuntamenti sullo stato del settore e le novità nelle tecnologie per stampa digitale di Xeikon. Il primo, quello che abbiamo seguito, era dedicato al segmento delle etichette e degli imballaggi, il secondo era focalizzato sull’industria grafica e sui mercati della stampa commerciale.

Mark Hanley, Presidente di I.T. Strategies (una società di consulenza personalizzata con sede a Boston al servizio della comunità dei fornitori di attrezzature per stampa digitale) ha descritto le conseguenze del Coronavirus: oltre il 50% + delle etichette autoadesive supportano le catene essenziali di approvvigionamento alimentare, di conseguenza i primi rapporti del settore dell’imballaggio suggeriscono un impatto relativamente inferiore del Coronavirus sulle attività delle aziende; la consegna locale e online detiene una quota relativamente maggiore delle catene di fornitura in questo momento, favorendo potenzialmente la stampa digitale; uscendo dalla crisi tutti i mercati della stampa favoriranno una maggiore offerta su richiesta su scala locale, che favorirà nuovamente la stampa digitale e un maggiore utilizzo delle sue capacità. Le etichette digitali sono un posizionamento di valore della tecnologia che contribuisce a creare profitti elevati con volumi di stampa inferiori e consente lo sviluppo di nuovi mercati e l’acquisizione di nuovi clienti. Ciò non significa un completo cambiamento A2D (Analog to Digital), ma è un riequilibrio del valore all’interno del modello di business a favore del digitale rispetto all’analogico.

Il fulcro tecnologico del webinar è stata la nuova macchina da stampa digitale per etichette Xeikon CX300, una soluzione innovativa che permette ai trasformatori di etichette e ai loro clienti proprietari di marchi di essere all’avanguardia in un settore in rapida evoluzione, perché la macchina offre un’eccezionale versatilità applicativa, ed è progettata per raggiungere un livello elevato OEE (efficacia complessiva delle attrezzature) ed è persino più produttiva della prima generazione di macchine da stampa Cheetah, Xeikon CX3.

Durante l’incontro è intervenuta anche Pat McGrew, amministratore delegato di McGrew Group, gruppo McGrew con sede ad Aurora, Colorado (USA), che aiuta le società di stampa e comunicazione, le agenzie e i marchi a sfruttare al meglio tutti i canali della comunicazione. Il titolo della presentazione era promettente: Cosa viene dopo, prepararsi per la crescita.

“Far crescere la tua attività richiede un cambiamento. La flessibilità sarà la chiave per la crescita, quindi è essenziale coinvolgere l’intero team affinché si concretizzino i cambiamenti. Ricorda che il cambiamento e la trasformazione sono due cose diverse, quindi tutto ciò che leggi e ascolti sulla Trasformazione digitale e sulla Trasformazione aziendale va bene, ma non c’è trasformazione senza un cambiamento dei processi portato avanti ‘coi piedi per terra’. Per far crescere la tua attività, specialmente ora ai tempi del Coronavirus, dovrai pianificare sia il cambiamento che la trasformazione”, ha affermato Pat. E c’è una grande differenza tra il Cambiamento che attua iniziative singole e la Trasformazione, un approccio iterativo alla reinvenzione.

Il percorso verso una trasformazione di successo richiede piani per valutare lo stato attuale, il cambiamento e la rivalutazione su base continuativa. “Non ci sono scuse … perché avrai bisogno di correzioni di rotta”, ha sottolineato Pat. Il percorso verso il cambiamento richiede molto lavoro: adozione di standard che devono includere le buone pratiche dell’azienda, lo sviluppo di processi, strumenti e modelli scalabili; identificazione di percorsi di carriera, formazione e qualifiche e una chiara supervisione delle prestazioni del progetto all’insegna della responsabilità e della trasparenza.

Gli ostacoli sul percorso di crescita possono essere molti e molto diversi, ma in generale solo il 41% delle organizzazioni che implementano il cambiamento riesce a raggiungere pienamente gli obiettivi, perché il 44% ha mancato almeno un obiettivo, il 15% ha mancato tutti gli obiettivi o il progetto è stato interrotto. Gli ostacoli sono la mancanza di supporto esecutivo e sponsorizzazioni attive; buy-in e risorse inadeguati per la gestione del cambiamento; resistenza e mancanza di supporto per la soluzione specifica; cultura e struttura organizzativa resistenti al cambiamento e la mancanza di priorità.