Vice: lo specialista italiano dei prodotti chimici per l’industria del cartone ondulato inaugura la nuova sede

0
415
sdr

Vice s.r.l. specializzata nella produzione e commercializzazione di ausiliari chimici per l’industria del cartone ondulato, ha da poco inaugurato la nuova sede e ha nel cassetto una serie di progetti interessanti per il futuro. Ne parliamo con Omar Mori, responsabile commerciale dell’azienda

 

Ambasciatrice del “Made in Italy” sin dal 1999, anno della sua fondazione, Vice è il tipico esempio di imprenditoria italiana che in un momento di difficoltà economica nazionale ha saputo reagire con determinazione, affermandosi nel panorama nazionale e internazionale nonostante un andamento del mercato apparentemente scoraggiante.
Una continua sfida che ha portato importanti risultati: durante l’anno appena trascorso, Vice si è confermata leader nazionale nella produzione e commercializzazione di prodotti chimici per l’industria del cartone ondulato, continuando il trend positivo degli anni precedenti, in cui già deteneva una notevole fetta del mercato.
L’azienda, che a luglio 2017 ha tagliato il traguardo dei 18 anni di attività, ha festeggiato la maggiore età regalandosi una nuova sede, per poi impegnarsi in vista di nuovi ambiziosi traguardi.
A distanza di tre anni dal nostro ultimo incontro, siamo tornati a intervistare Omar Mori, responsabile commerciale di Vice, per analizzare insieme le ragioni di questo successo e parlare dei prossimi sviluppi di quest’azienda in continua e rapida evoluzione.

 

A tu per tu con Omar Mori, responsabile commerciale di Vice

Omar Mori, responsabile commerciale Vice

Nella nostra precedente intervista del 2015, avevate espresso l’intenzione di espandervi al di fuori dei confini nazionali. Ci siete riusciti?
“Vice è prima di tutto riuscita ad affrontare la crisi in maniera costruttiva, ponendosi nei riguardi del mercato in modo innovativo, offrendo prodotti e servizi in grado di differenziarla dalla concorrenza e rappresentare un importante valore aggiunto.
Forti di ciò, in questi anni oltre ad aumentare costantemente il fatturato sul mercato nazionale, abbiamo ampliato fortemente quello estero. Oggi siamo presenti, direttamente o tramite i nostri partner, ai maggiori appuntamenti internazionali; inoltre da quest’anno siamo orgogliosi di essere diventati “soci simpatizzanti” della FEFCO (L’associazione europea dei produttori di cartone ondulato)”.

 

Da dove nasce la scelta di cambiare sede?
“Con nostra grande soddisfazione, non si è trattato di una scelta, bensì di una necessità inderogabile: i vecchi spazi non erano più adeguati alla dimensione odierna di Vice, e non ci avrebbero consentito ulteriori sviluppi. Sentivamo l’esigenza pressante di qualcosa di più ampio, funzionale e accogliente, in grado di favorire le relazioni interne ed esterne, oltre a migliorare l’efficienza di tutti i nostri servizi.
La nuova sede, che occupa una superficie di 6.000 mq, ci garantisce la maggiore capacità produttiva richiestaci dalla clientela, lo spazio per un nuovo e attrezzato laboratorio di ricerca e sviluppo, nonché gli ambienti idonei per la creazione delle sale meeting destinate all’innovativo e ambizioso progetto “Vice Network”, che ci porterà a incontrare i nostri clienti e partner per sviluppare idee, progetti innovativi, e svolgere attività di formazione e aggiornamento”.

 

Quali sono gli ingredienti per una strategia di successo come quella di Vice?
“Alla luce di quanto accaduto in questi ultimi anni, ritengo che i fattori alla base di questo continuo trend positivo siano molteplici, e riguardino il modo in cui l’azienda ha deciso di affrontare alcune tematiche fondamentali.
Nel rapporto con il mercato, abbiamo puntato sulla capacità di saper adattare e rimodulare costantemente le nostre risposte alle diverse richieste dei nostri clienti, offrendo una gamma di servizi in continuo miglioramento, che ci permettono di differenziarci dai competitor. Allo stato attuale siamo in grado non solo di fornire il prodotto più indicato per un’esigenza specifica, ma anche formazione e aggiornamento, oltre a suggerire soluzioni a eventuali problematiche emerse in fase di produzione.
Sul piano interno, abbiamo incentrato la nostra politica aziendale sul valore dell’individuo: consideriamo i nostri tecnici prima di tutto in quanto persone, risorsa fondamentale di Vice. Ci preoccupiamo che ricevano una formazione all’avanguardia e siano sempre adeguatamente supportati dalla costante ricerca operata dal nostro laboratorio interno, così da poter guidare al meglio il cliente nell’utilizzo finale dei nostri prodotti”.

 

In che direzione è orientata la ricerca interna?
“La nostra sezione ricerca è impegnata quotidianamente su più fronti. Abbiamo sempre concentrato, e continuiamo a farlo, le nostre energie nel ridurre al minimo l’impatto ambientale, e dunque nella ricerca di nuove sostanze in grado di tutelare al massimo la salute umana, garantendo il più alto numero possibile di certificazioni per ogni singolo prodotto.
Contemporaneamente, studiamo nuove soluzioni sempre più performanti, volte sia a garantire un miglior risultato finale, sia un risparmio sul piano economico”.

 

C’è ancora spazio per l’innovazione nel settore del cartone ondulato?
“Nonostante il cartone ondulato sia apparentemente un prodotto “semplice” e abbia ormai oltre un secolo e mezzo di storia, riteniamo che la sua evoluzione non si possa ancora considerare conclusa, sia in virtù dei progressi della chimica, sia a causa del mutare degli impieghi.
Abbiamo una clientela molto esigente, continuamente alla ricerca di novità in grado di offrire miglioramenti concreti. Per questo da sempre lavoriamo a 360° nei formulati della colla, che sappiamo essere una delle chiavi per dare al prodotto finito caratteristiche e performance sempre più vicine a quelle di imballi prodotti con materiali diversi dal cartone, quali legno, polistirolo, polietilene, polipropilene…
Ad esempio, con l’introduzione della gamma CELTIS ONDA, siamo stati tra i primi a credere nella necessità di incrementare le caratteristiche dei collanti a forma amidacea, mediante aggiunta di sostanze di derivazione sintetica. In questo modo siamo riusciti a ottenere risultati fino ad allora mai raggiunti con l’utilizzo di colle a sola base amido, in tutti gli ambiti più importanti: potere adesivo, macchinabilità, riduzione degli scarti e, cosa forse più importante, incremento delle caratteristiche meccaniche del prodotto, sia a secco che a umido. Il tutto senza intaccare l’ecocompatibilità del cartone ondulato così ottenuto che, pur vantando caratteristiche indiscutibilmente superiori, resta riciclabile, biodegradabile, e adatto al contatto con alimenti”.

 

In questo momento a cosa state lavorando?
“Attualmente Vice è impegnata in un importante piano d’investimenti per l’adeguamento della gamma dei prodotti FIX ONDA – stabilizzanti fissativi per colla – alle nuove normative in materia di registrazione delle sostanze potenzialmente pericolose. L’espletamento delle pratiche connesse alla registrazione REACH, ci permetterà di proseguire nell’innovazione, sviluppando e promuovendo i prodotti della gamma FIX ONDA, ovvero alternative liquide e non pericolose all’impiego dei borati in polvere, con benefici sul piano della salute degli operatori e sostanziali vantaggi in termini di praticità d’uso, che comportano un incremento della qualità del prodotto finale e l’ottimizzazione dei dosaggi, e quindi risparmio.
Le alternative ai borati sono da sempre argomento di grande interesse per Vice: ricerca e investimenti procedono senza sosta con l’obiettivo di immettere nel mercato prodotti di nuova concezione, borax-free ma con performance uguali se non superiori a quelli tradizionali.
La registrazione ci eviterà di dover ricorrere a compagnie terze, confermandoci forse l’unica, fra le aziende di medie dimensioni operanti direttamente nel settore del cartone ondulato, in grado di mantenere un controllo qualitativo dalle maglie strette su tutto il processo produttivo,  e continueremo a garantire ai clienti una fornitura costante, sia nella tempistica di approvvigionamento che per caratteristiche qualitative del prodotto”.

 

Quali sono i vostri progetti futuri?
“Oltre a conseguire brillanti risultati sul piano commerciale, nel 2017 abbiamo portato avanti con più partner italiani importanti sperimentazioni dagli esiti potenzialmente rivoluzionari per il settore, di cui attualmente stiamo pianificando il futuro commerciale.
Con questi prodotti puntiamo a far fare un ulteriore passo in avanti al mondo del cartone ondulato, slegandolo completamente da materie prime finora ritenute indispensabili.
Per ragioni di riservatezza e tutela del segreto industriale, purtroppo al momento non possiamo rivelare di più, ma siamo orgogliosi di anticipare che questa nuova proposta rivoluzionaria sarà al 100% italiana, e prevediamo venga accolta con entusiasmo dal mercato”.
Il successo di Vice è la dimostrazione concreta di come, valorizzare il patrimonio umano aziendale e investire in ricerca e innovazione, sia sempre una strategia premiante. Nel lungo periodo permette di differenziarsi dall’offerta dei concorrenti, in modo da non essere più solo un fornitore, ma una vera e propria risorsa per l’intero mercato, in grado di fornire prodotti e servizi su misura, difficilmente sostituibili.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here