Un risultato straordinario per i clienti BOBST al concorso FlexoStars 2017

0
560
Dominique Ravot, Sales & Marketing Director, Bobst Lyon (left) Didier Guenu, founder of Graphilabel (right)

Lartefice della rivoluzionaria tecnologia di stampa THQ è stato insignito del Premio dellInnovazione per i migliori lavori stampati in flessografia. La giuria ha anche premiato (FlexoStars) quattro clienti del gruppo Bobst per la qualità dei loro lavori, categoria cartone ondulato.

 

Da sinistra Dominique Ravot, Direttore Sales & Marketing, Bobst Lyon e
Didier Guenu, fondatore di Graphilabel

“Prima dell’invenzione della tecnologia THQ, i professionisti della stampa non erano in grado di restituire tutta la ricchezza e l’emozione di un’immagine su un imballaggio prodotto in flessografia. La gamma di colori era limitata e la stampa regolare su cartone ondulato era impossibile da realizzare per via delle scanalature. Riprodurre un motivo a colori implicava necessariamente una qualità più ridotta”. Didier Guenu, fondatore della società di Reims Graphilabel, ha ricevuto il Premio dell’Innovazione nell’ambito del concorso FlexoStars, lo scorso 14 dicembre 2017 a Saint-Malo (Francia). Il concorso, organizzato dall’Associazione tecnica francese della flessografia (ATF Flexo) premia ogni anno i migliori lavori stampati con questa tecnica.
Chiamata THQ, la tecnologia messa a punto da Graphilabel assicura una qualità e una resa senza eguali nel mercato degli imballaggi. BOBST, partner di Graphilabel dal 2015, detiene l’esclusiva di questo processo per il cartone ondulato e commercializza con la denominazione BOBST THQ FlexoCloud una soluzione flexo post-stampa per il cartone ondulato disponibile su un’ampia gamma di macchine del marchio.
Grazie all’eccezionale qualità delle immagini che permette di stampare, la tecnologia BOBST THQ FlexoCloud apre alla flessografia mercati altrimenti riservati unicamente all’offset e all’eliografia. La resa può raggiungere un’altissima definizione, di gran lunga superiore alle 350 righe per centimetro, e gli strumenti flessografici migliori del mercato permettono costi di produzione particolarmente concorrenziali su tirature da corte a medie.

 

Nanomessaggi e tracciabilità
“Grazie al procedimento THQ, le apparecchiature flexo possono ormai soddisfare anche le nuove esigenze dei titolari di marchi quanto ad autenticazione e tracciabilità degli imballaggi”, precisa il direttore di Graphilabel la cui società è attiva da oltre 30 anni nella crittografia di sicurezza di documenti fiduciari e carte valori. Un algoritmo di separazione dei colori permette una stampa anti-contraffazione molto efficace attraverso “nanomessaggi”, invisibili a occhio nudo.
La tecnologia BOBST THQ FlexoCloud, installabile su più modelli di macchine flessografiche e combinate del marchio, poggia su tre elementi chiave: i cilindri ceramici THQ (forniti da BOBST), gli inchiostri CMYK THQ e la vernice per lavori speciali (fornita da Siegwerk esclusivamente ai clienti THQ FlexoCloud) e i cliché di stampa THQ (forniti da Graphilabel).
“Si tratta di una soluzione flexo facilissima da utilizzare per il cartone ondulato che presenta vantaggi importantissimi per i gestori di apparecchiature flessografiche”, spiega Dominique Ravot, Direttore commerciale e marketing di Bobst Lione:

  • Una qualità d’immagine stampata equivalente, se non superiore, a quella dell’offset.
  • Una riproduzione in quadricromia su una gamma di toni più ampia grazie a un algoritmo che copre il 65% del gamut dei colori.
  • Inchiostri speciali CMYK THQ e utilizzabili durante tutta la stampa garantiscono tempi di regolazione della macchina più brevi e risparmi sostanziali (fino al 30% di inchiostri in meno rispetto al procedimento flexo standard).
  • Una tecnologia flexo post-stampa ultra-performante per la riproduzione di immagini su cartone ondulato, senza effetto “rimescolamento” e in un unico passaggio.

 

 

Un palmarès eccezionale per i clienti BOBST al concorso FlexoStars 2017
Oltre al Premio dell’Innovazione, il concorso FlexoStars premia le migliori stampe flessografiche realizzate nelle 15 categorie di imballaggio ed etichettatura. Per questa trentunesima edizione, sono stati sottoposti alla giuria 124 lavori.
Le macchine flessografiche BOBST quest’anno hanno raggiunto un eccezionale traguardo. Su sei premi attribuiti alle stampe su cartone ondulato, quattro sono stati assegnati a clienti BOBST:

Categoria cartone ondulato non patinato post-stampa
Stella d’oro – SICAL su BOBST MASTERFLEX 203-A Matic
Stella di bronzo – SAICA PACK BEAUNE su BOBST 200

 

Categoria cartone ondulato patinato post-stampa
Stella d’oro – INTERNATIONAL PAPER su BOBST FFG 924 NT RS
Stella di bronzo – DS SMITH PACKAGING KUNHEIM su BOBST MASTERFLEX-L 2.1,
In-linea con una MASTERCUT 2.1

 

Lanciata dal Gruppo durante un seminario tecnico organizzato presso Bobst Lione nella primavera del 2017, la tecnologia BOBST THQ FlexoCloud ha subito colpito gli esperti della flessografia e i clienti del marchio per l’elevato livello delle performance offerte.
La commercializzazione del procedimento riscuote grande interesse nel mercato e diversi ordini sono già in corso. Nel 2018, BOBST consegnerà i primi dispositivi e i clienti  avranno quindi la possibilità di aggiudicarsi numerosi trofei al prossimo FlexoStars grazie ai loro lavori realizzati in THQ. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here