Serviform presenta due novità per il settore fustellifici

0
213

Viral Contact è stato l’evento on line che ha visto protagonista Serviform, che ha così deciso di presentare in anteprima mondiale due novità dedicate alla produzione delle fustelle.

 

Mauro Tomelleri, Direttore Vendite & Marketing Proform, in diretta dallo showroom di Caravaggio (Bg), dove il gruppo ha la sua sede principale, ha presentato le due nuove macchine: Linea e Rubbot.

Linea è la nuova macchina piegatrice che va a sostituire la piegatrice di alta gamma Idea, leader di mercato dal 2008. Linea  utilizza un sistema di piegatura derivato da quello in uso su EcoPlus che, grazie ad un nuovo sistema di bloccaggio del filetto, permette di spingere la velocità di piega a livelli impensabili per le macchine precedenti: 33% più veloce di EcoPlus!
Un’altra novità di rilievo è il completamente rinnovato gruppo di brocciatura multipla che presenta un quadruplo utensile di brocciatura sulla parte superiore e su quella inferiore. La disponibilità di utensili con varie sezioni permette a Linea di brocciare i pezzi alla fine e all’inizio riducendo così la necessita di molare i pezzi sulle giunzioni.
Altre novità nel gruppo frese per la produzione di tacche di tenuta. Ora 6 mandrini superveloci pilotano 6 utensili in metallo duro. Il tempo di produzione si riduce a un quarto di quello possibile con le macchine della precedente generazione. Al momento la tacca più piccola producibile è di 0,2 mm ma Serviform sta studiando l’uso di frese da 0,1 mm.
Come ormai tradizione per Serviform la macchina è completamente elettrica e si contraddistingue per un footprint particolarmente ridotto e un consumo energetico irrisorio. Decisi miglioramenti sono stati apportati al gruppo cesoia in uscita che riduce ulteriormente i limiti meccanici di piega alla fine del pezzo.
Un software di controllo macchine facile e intuitivo gestisce il flusso di lavoro, acquisendo il file CAD direttamente dall’ufficio progettazione.
Linea sarà disponibile dal prossimo autunno. Nel corso della demo live, Linea ha eseguito diverse prove di produzione, realizzando lame da taglio di differenti forme, piegature, punzonature.

Per quanto riguarda invece la seconda novità tecnologica, si tratta di una macchina che è installata all’interno del fustellificio del gruppo Serviform ed è ancora in fase di sviluppo. Studiata per eliminare uno degli ultimi colli di bottiglia rimasti nella produzione delle fustelle, ovvero la gommatura. “Rubbot è stata sviluppata recependo i consigli del nostro fustellificio ma anche degli altri clienti, la stiamo testando dall’inizio di quest’anno, necessita ancora di ulteriori miglioramenti, ma alla fine di quest’anno istalleremo le prime tre unità in fustellifici che, come il nostro, intendono ampliare l’area di produzione delle fustelle completamente automatica. In questi mesi di test abbiamo comunque già raggiunto risultati positivi, arrivando a realizzare con Rubbot il 15% delle fustelle prodotte da Foppa Fustelle. La tecnologia che utilizziamo va affinata soprattutto nell’ottimizzazione dei percorsi del braccio robotico per velocizzare ogni ciclo di pick and place”, dice Mauro Tomelleri.
Rubbot 2020 è l’anello mancante per una produzione delle fustelle completamente automatizzata.
La macchina è composta da un robot automatizzato, che leggendo il file CAD del taglio gomma, grazie a una videocamera inserita nel braccio meccanico, dopo aver letto la posizione della fustella sul tavolo piano, individua i singoli pezzi di gomma autoadesiva, li preleva uno a uno, posizionandoli nell’area corretta in fustella. Rubbot è in grado di lavorare con qualsiasi tipologia di gomma in fogli comunemente usata per la produzione delle fustelle, e gestisce sia fogli di gomma tagliati con macchine a coltello oscillante o waterjet.
Importantissima parte del sistema è un rivoluzionario software di nesting che permette di modificare automaticamente le gomme disegnate dall’ufficio CAD per adattarle alle possibilità di cattura del braccio. Questo software permette di ridurre lo sfrido di gomma del 30%!
Una fustella a 6 pose viene prodotta in circa 45 minuti, ma gli ingegneri Serviform stanno lavorando per ridurre ulteriormente questo tempo. A fine lavoro, la macchina redige un report, indicando i pezzi che necessitano di ulteriore pressione prima di essere considerata finita e pronta per la consegna.
Rubbot oggi può realizzare fustelle di formato 106, ma i prossimi sviluppi vedranno anche l’inserimento del formato 145 e infine 2000 cm. La versione definitiva di questi formati verrà presentata nel corso del 2021.