Schib, consociata BW Flexible Systems, presta una macchina per confezionare mascherine protettive

1207

Schib Packaging S.r.l., una delle aziende BW Flexible Systems che operano nell’imballaggio flessibile, ha prestato ad un’azienda italiana, a titolo gratuito, una macchina flowpack CO-50 per il confezionamento di mascherine protettive atte a contrastare la diffusione del COVID-19. Schib, situata in Nord Italia, un’area colpita duramente dal coronavirus, è stata classificata come fornitore essenziale sia all’industria food che non-food, e pertanto lo stabilimento è rimasto pienamente operativo per far fronte alle richieste.

Molte aziende nel mondo si sono attivate per produrre dispositivi di protezione individuale, anche convertendo le linee di produzione esistenti in funzione del nuovo prodotto. Quando la Direzione Schib è venuta a sapere che un’azienda locale stava producendo per il mercato globale le tanto richieste mascherine facciali, ha voluto dare una mano.

“Durante una telefonata con il nostro Responsabile Vendite Italia, Fharid Peron, abbiamo saputo che un’azienda nella nostra zona, vicino a Malo, in Italia, stava convertendo la sua attività di finissaggio tessile alla produzione di mascherine”, ricorda Alessandro Stiffan, Direttore Generale della Schib. “Questa azienda aveva contattato Fharid per capire se fosse possibile confezionare le mascherine protettive. L’intenzione non era quella di acquistare la macchina, ma di capire se potessimo fare qualcosa per aiutare.

“Sapendo del grandissimo fabbisogno di mascherine in quel momento in Italia, non ci ho pensato due volte” continua Stiffan. “Avevamo disponibile una macchina Schib CO-50 —adatta al confezionamento di mascherine protettive.”
Peron ha predisposto un accordo di comodato d’uso gratuito per la fornitura della flow pack. La macchina è attualmente installata ed in funzione nei locali dell’azienda italiana. “Sono davvero felice di aver potuto prestare una delle nostre macchine confezionatrici per supportare una iniziativa locale nella produzione di mascherine facciali,” commenta Peron. “Inoltre, sono orgoglioso di far parte di un team che sta cercando di fare la differenza in questi momenti così difficili.”
”Per noi è stata la possibilità di dare un contributo alla nostra comunità durante un momento storico senza precedenti,” sottolinea Stiffan. “A mio avviso, è stata anche una chiara applicazione dei Principi Guida di Leadership della Barry-Wehmiller e della nostra Visione di Sicurezza Globale, che ci chiedono di promuovere pratiche di cura, attenzione e sicurezza all’interno delle nostre famiglie e comunità, e di misurare il nostro successo attraverso il modo con cui tocchiamo le vite delle persone. È solo un piccolo contributo, ma ogni singola goccia conta quando c’è una situazione di emergenza.”
BW Flexible Systems crea soluzioni di imballaggio flessibile, riunendo alcuni dei brand industriali più fidati e innovativi, fra cui Hayssen, Rose Forgrove, Sandiacre, Schib, Simionato, SYMACH e altri. BW Flexible Systems è una delle molte aziende Barry-Wehmiller rappresentate in BW Packaging Systems, che mette insieme le capacità di confezionamento collettive di Accraply, BW Flexible Systems, BW Integrated Systems, Pneumatic Scale Angelus e Synerlink.