Pixartprinting scommette sul packaging on line personalizzato

0
519

Pixartprinting ha inaugurato Catalyst, la nuova linea di produzione, che dalla stampa al finishing, amplia gli orizzonti del packaging personalizzabile con tutti i benefici del processo web

Animata da un grande spirito innovatore insito nel proprio DNA, Pixartprinting ha inaugurato il nu­o­vo anno con la presentazione di Catalyst, l’innovativa linea di produzione per il packaging al centro di una strategia che rivoluziona l’offerta di packaging personalizzato, arricchendo la gamma con tanti nuovi prodotti e servizi. Il packaging è sempre più l’oggetto del desiderio delle aziende grafiche e Pixartprinting ha sempre avuto nella propria offerta delle soluzioni dedicate a questo mercato; oggi però con questo nuovo investimento l’e-shop è in grado di offrire astucci in cartoncino con tirature che per alcuni modelli partono da un minimo di 25 pezzi. In totale a catalogo sono disponibili oltre 300 combinazioni di formato, dimensioni e personalizzazioni.
Il tutto con consegna anche in sole 48 ore e con la semplicità con cui il leader dell’Upload&Print ha abituato i propri utenti. Sono state coinvolte nel progetto di im­plementazione di Catalyst tutte le divisioni dell’azienda, dalla produzione al marketing, fino al customer care, dando vita a un modello di business inedito per il packaging online, presentando un importante ampliamento del catalogo. Oltre agli astucci in cartoncino di pura cellulosa da 360 g/m2 cordonati, fustellati e incollati, ac­crescono l’offerta cinque modelli di pack food contact tra cui vassoi, secchielli e bauletti, stampati con inchiostri alimentari e realizzati in cartoncino Delipac®.
Una delle principali novità introdotte grazie all’implementazione della nuova linea di produzione, è la possibilità di offrire tre opzioni di nobilitazione, grazie all’applicazione di lamine a freddo e di vernici 3D e selettiva.

Anticipare i bisogni del mercato
“Abbiamo letto i bisogni del mercato e compreso che quello del packaging è un segmento in grande crescita e con forte potenzialità di sviluppo, – spiega Paolo Roatta, Amministratore Delegato di Pixartprinting – Nel mettere a punto Catalyst ci siamo posti due obiettivi: da un lato offrire ai nostri clienti un nuovo strumento per far crescere il proprio business; dall’altro intercettare nuovi utenti che, per le modalità con cui il packaging è stato proposto fino a oggi, non avevano accesso a questo tipo di prodotto. Strategia che ci consentirà di diventare il punto di riferimento per il mercato degli imballaggi on-demand, fidelizzando nuovi target attraverso un modello di business inedito. Il nostro punto di forza consiste nell’offrire la possibilità di ordinare brevissime tirature a prezzi accessibili con opzioni di personalizzazione sempre più evolute e con i tempi di consegna che da sempre contraddistinguono l’approccio di Pixartprinting”.

Nuovi standard per la produzione di packaging on demand
Le prestazioni di Catalyst by Pixartprinting ridefiniscono gli standard della produzione di packaging on-demand. Eletta Pilot Plant Cimpress, la linea attiva presso lo stabilimento di Quarto d’Altino (VE) integra tecnologie di ult­ima generazione, organizzate secondo i canoni di ef­ficienza del lean manufacturing.
“Le strategie di ampliamento di gamma passano ne­cessariamente attraverso l’implementazione di nuovi si­stemi di stampa e finishing, se non addirittura dall’ingegnerizzazione di intere linee di produzione progettate ad hoc, come è avvenuto per Catalyst – spiega Alessio Piazzetta, Plant Manager Pixartprinting – Per mettere a punto la linea dedicata al packaging, il nostro Research & Innovation ha lavorato in sinergia con il reparto Re­se­arch & Development e con la produzione per selezionare i macchinari che rispondessero a elevati standard di eccellenza tecnologica, in un’ottica di industrializzazione, automatizzazione dei processi e integrazione del flusso produttivo all’interno della piattaforma di gestione proprietaria. Il tutto accompagnati da Cim­press, global company di cui siamo parte e con cui condividiamo know how tecnico e strategico”.

Nel cuore della linea: un’architettura tecnologica senza precedenti
Progettata per ottimizzare la produzione, Catalyst consente di offrire tirature minime realizzabili con standard industriali. Cuore tecnologico dell’intera linea è il sistema digitale HP Indigo 30000, con unità di priming integrata in grado di stampare in quadricromia cartoncini fino a 450 g/m2.
La verniciatrice in-line Harris & Bruno ExelCoat ZR30 rende efficiente la fase di applicazione di vernici UV, per soddisfare le diverse esigenze di finitura protettiva degli imballaggi. La nobilitazione digitale firmata Scodix, grazie a un workflow dedicato, permette di realizzare a costi competitivi e con il just-in-time con cui prima veniva prodotto un pack standard, astucci con effetti tattili e grafiche eye catching utilizzando vernici a rilievo e selettiva.
Bograma BSR 550 Servo Rotary è la fustellatrice rotativa scelta per garantire alte velocità e mantenere la qualità del taglio e della cordonatura in piano. I packaging possono essere ulteriormente impreziositi dalle lamine oro e argento attraverso il modulo per il cold foiling integrato.
Completa la linea, la piega incolla Kama Flexfold 52i selezionata per assicurare la massima automatizzazione.
Riducendo al minimo l’intervento dell’operatore, può es­sere settata in meno di 5 minuti per dare forma a qualsiasi esemplare del ricco catalogo di packaging by Pixartprinting.
Per una maggiore protezione della stampa è possibile richiedere la plastificazione duratura e resistente realizzata con il sistema Tecnomac Evolution 3.

A tu per tu con Paolo Roatta, Amministratore Delegato Pixartprinting
Quanto pensate di crescere nel packaging alla luce della nuova strategia?

Paolo Roatta

“Le caratteristiche uniche di Catalyst ci consentono di realizzare a costi competitivi e con il just-in-time con cui prima veniva prodotto un packaging standard, astucci nobilitati con lamine d’oro e argento, impreziositi da effetti tattili, utilizzando vernici a rilievo e selettiva.
Il tutto con il valore aggiunto del massimo livello di personalizzazione, sia nella scelta del formato sia del design. Se a questo sommiamo i plus del nostro servizio, ovvero i tempi di consegna anche in sole 48 ore e la semplicità d’uso della nostra piattaforma, le potenzialità di crescita sono virtualmente illimitate.
I nostri obiettivi di sviluppo non riguardano soltanto le quote di mercato orientate a tirature sempre più ridotte e personalizzazioni più evolute, ma puntano a intercettare nuovi utenti che, per le modalità con cui il packaging è stato proposto fino a oggi, non avevano accesso a questo tipo di prodotto”.

 

Come scegliete i partner tecnologici e quali caratteristiche imprescindibili devono avere le macchine per entrare nei vostri stabilimenti?
“Nella scelta dei partner tecnologici a cui ci rivolgiamo per l’acquisto delle nostre attrezzature, facciamo riferimento a un protocollo interno che prevede la rispondenza a tre requisiti per noi imprescindibili di sicurezza, qualità ed efficienza. Selezioniamo soltanto macchine do­tate di dispositivi di sicurezza in grado di ridurre al mi­nimo il rischio di infortuni per gli operatori.
Puntiamo a garantire ai nostri clienti la migliore tecnologia disponibile sul mercato al fine di offrire prodotti di qualità, minimizzando scarti e rilavorazioni.
Scegliamo sistemi che, grazie alle loro prestazioni, ottimizzino i processi di stampa, consentendoci di produrre grandi quantitativi in tempi ridotti e basse tirature a costi ac­cessibili”.

Tra le varie novità introdotte anche il packaging a uso alimentare, un settore non facile soprattutto per via delle rigide normative. Quali prodotti compongono questa gamma?
“La nostra nuova gamma di packaging a uso alimentare comprende vassoi, secchielli, cofanetti e bauletti con chiusura a maniglia e a fiocco, oltre ai praticissimi astucci per hot dog e sandwich. Tutti rigorosamente personalizzabili nelle grafiche e nei formati e ordinabili sul nostro e-shop anche in brevi tirature, con tempi di consegna an­che in sole 48 ore. L’intera linea risponde ai requisiti per il contatto con alimenti e le confezioni prodotte sono riciclabili, compostabili e biodegradabili. I pack sono realizzati con lo speciale cartoncino Delipac©, che si contraddistingue per essere estremamente resistente all’olio e al grasso, grazie allo speciale rivestimento a base acqua, oltre a garantire una barriera contro la migrazione dell’inchiostro. Questo supporto offre, inoltre, un buon isolamento termico e può essere congelato o riscaldato al mi­croonde.
Gli inchiostri impiegati per personalizzare la no­stra linea di food packaging sono a bassa migrazione per evitare la possibilità di contaminazione dell’alimento”.

 

Nel 2017 prevedete ulteriori investimenti nel settore packaging?
“Abbiamo messo a punto Catalyst selezionando le migliori tecnologie di stampa, nobilitazione e finishing attualmente disponibili sul mercato, ingegnerizzate secondo i più elevati standard qualitativi e organizzate per offrire il massimo dell’efficienza. Il risultato è una linea di produzione unica nel suo genere, parte di una strategia a medio e lungo termine condivisa con Cimpress, che l’ha eletta Pilot Plant del Gruppo.
Al momento Catalyst rappresenta l’eccellenza, ma co­me nello stile Pixartprinting, ogni progetto è in progress e il nostro dipartimento Research & Innovation è continuamente alla ricerca e in ascolto delle novità del settore che possano migliorare la nostra capacità di anticipare le richieste del mercato”.

 

Infine una semplice curiosità: da dove deriva il nome “Catalyst”?
“Il nome Catalyst ci è sembrato il più adatto a sintetizzare quanto vogliamo rappresentare per i nostri clienti: un mo­to­re di crescita e di cambiamento e, allo stesso tempo, uno strumento in grado di offrire loro prodotti e servizi unici pensati per supportarli nello sviluppo di nuovi business”.