Phil the Bottle: la borraccia con la cover in carta del Gruppo Cordenons

0
360

“Phil the Bottle” è una originale collezione di bottiglie, a partire dal suo nome perché, giocando con l’assonanza con il verbo inglese to fill (riempire), invita a usufruire dell’acqua “no cost”, delle fontane che si trovano nelle città, nei loro parchi nelle piazze e per le strade. “Phil the Bottle” è un prodotto dell’azienda Italiana Palomar da sempre impegnata a creare oggetti design dalla forte carica innovativa. Palomar la produce in Italia in PETG leggero, al 100% riciclabile, con tappo in alluminio. “Phil the Bottle” è resa ancora più accattivante da una cover in carta che la protegge, racconta la sua storia e ne definisce l’identità. Ed è proprio Wild la creative paper di Gruppo Cordenons, dall’effetto naturale e piacevole al tatto grazie al cotone contenuto nel suo impasto, ad arricchire la personalità di Phil the Bottle grazie alla copertina slider che la avvolge.

Utilizzando e riutilizzando Phil come una sorta di borraccia per esploratori metropolitani si aderisce a una scelta responsabile contribuendo a ridurre il consumo di acqua venduta in bottiglia. Allo stesso tempo si accoglie l’invito, insito nel concept di questo progetto, a diventare moderni cercatori di acqua scoprendo scorci di città anche non conosciute, imparando così nuovi percorsi. La collezione di bottiglie (e di città) è in continua crescita; a oggi include 20 città, tra le quali Amsterdam, Berlin, London, Milan, New York, Paris, Tokyo e la più universale Anywhere. Sul retro di ogni bottiglia – che ha una capacità di 500 ml- sono elencati i punti delle rispettive città con tanto di indirizzi dove si trovano le drinking fountains per riempirla di acqua potabile. Le sue dimensioni e il suo formato, paragonabili a quelli di un libro tascabile, la rendono una compagna di viaggio smart e un souvenir amico dell’ambiente.

Per la lista completa delle Phil the Bottles disponibili: https://www.palomarweb.com/product/phil/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here