Nuovo casemaker EDF Europe 924 a gruppi fissi: Industria 4.0, qualità e flessibilità

0
515

Negli ultimi anni la tecnologia applicata ai casemakers è cambiata notevolmente e gli utilizzatori si rivolgono sempre più verso macchine in grado di svolgere lavori molto sofisticati. Enrico Galloni, General Manager di EDF Europe descrive in questo articolo le caratteristiche tecniche dell’ultima novità tecnologica presentata sul mercato dal costruttore italo-asiatico

Il casemaker si è trasformato da semplice centro di produzione per grossi volumi di imballi standard a centro di lavoro dotato di estrema flessibilità in grado di coprire una gamma di prodotti molto più vasta di quanto accadeva anche solo pochi anni fa.

Le caratteristiche più richieste per una macchina oggigiorno sono:

  • Capacità di trasformare carte sempre più leggere senza alterarne le caratteristiche meccaniche;
  • Capacità di produrre sia tirature cortissime che medie o lunghe, sono quindi necessari sia tempi di preparazione macchina irrisori che velocità di crociera elevate;
  • Possibilità di effettuare qualsiasi tipo di stampa sia semplice che altamente sofisticata, passando da carte povere ai patinati in tempi estremamente brevi;
  • Sempre più scatole fustellate e totalmente fustellate;
  • Qualità di piega che permetta l’uso delle scatole  nelle linee di imballaggio automatiche.

Non è facile inglobare tutte queste caratteristiche in una sola macchina. In molte aziende dotate di impianti tradizionali ancora oggi ci si avvale di più linee per coprire il range sopra descritto, oppure si accetta il compromesso di “scarsa produttività” per alcuni di questi lavori.
EDf Europe con HGL 924 ha realizzato una macchina in grado di soddisfare tutte le esigenze elencate, combinando flessibilità, qualità e produttività.
Il gruppo introduttore è un no crush senza rulli di schiacciamento del cartone che permette di lavorare anche carte leggere senza schiacciare l’onda e quindi senza  pregiudicare le caratteristiche di impilamento degli imballi prodotti.
La parte stampa è una linea da alta grafica inserita in un casemaker, quindi gruppi fissi, stampa dal basso, completamente servo-motorizzata; questa geometria permette sia di effettuare cambi rapidi su lavorazioni normali a piccola tiratura che realizzare policromie ad alta definizione.
È possibile cambiare rapidamente l’anilox di ogni colore per adattarsi ai vari tipi di carta, e questa è un’opzione che può essere installata in qualunque momento, anche dopo anni che si è avviata la macchina. La linea è inoltre predisposta per montare essiccatori di svariate tipologie e delle marche più in uso nel settore.

 

Gruppo fenditore-cordonatore
Gruppo piegatore
Gruppo fustellatore

Produrre scatole fustellate non è mai stato semplice nelle linee casemaker in quanto l’evacuazione dei rifili risulta sempre problematica e interferisce con la piega. Per risolvere questo tipo di problema EDF ha sviluppato un gruppo pulitore da interporre tra il fustellatore e la piega, che permette inoltre un rapido e facile accesso al cilindro fustella, così da garantire cambi fustella nel giro di pochi minuti anche grazie all’oramai universalmente riconosciuto aggancio rapido ‘serrapid’.
Altro punto di forza importante per produrre scatole fustellate è che la macchina stampi dal basso, con conseguente fustellatura dall’alto così che il rifilo venga naturalmente espulso verso il basso dalle gomme della fustella.

Gruppo raccoglitore

Una piega aspirata solidissima con regolazione automatica di tutti i parametri in funzione del tipo del cartone e un contatore espulsore ad impilamento dall’alto completano il quadro.
La piega e il contatore espulsore possono anche trasportare prodotto steso e solamente stampato o fustellato, garantendo così performance di altissima versatilità e produttività.
Tutte le macchine di EDF sono pronte per l’industria 4.0, e possono altresì essere equipaggiate da periferici automatici e totalmente interconnessi alla linea di produzione garantendo in questo modo avviamenti rapidi, senza errori in quanto non è più necessario reinserire gli stessi dati su diversi pannelli operatore lungo la linea.
Da due anni EDF Europe (gruppo Dong Fang) ha avviato il centro di ricerca e sviluppo di Treviso dove si progettano per conto del gruppo le macchine a più alto contenuto tecnologico. Possiamo dire che i risultati si non sono tardati ad arrivare, partendo dal nuovo Casemaker FD 821, il Vacuum Stacker per il fustellatore rotativo e in ultimo il nuovo Casemaker HGL 924 che sta destando l’interesse di clienti da tutto il mondo, dopo l’installazione del prototipo in una azienda in provincia di Milano tanto che nuovi ordini sono già in corso e ulteriori progetti in fase di valutazione .
Sono attesa altre novità in arrivo da EDF e nei prossimi mesi l’asse Ghuanzhou Bologna Treviso non mancherà di stupire ulteriormente il mercato del cartone ondulato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here