Nordmeccanica primo operatore mondiale nel packaging flessibile con il 65% del mercato

0
770

Nordmeccanica compie 40 anni, è leader mondiale e ha battuto anche i colossi tedeschi in quote di mercato nel settore

Da sinistra Antonio Cerciello, Presidente di Nordmeccanica, Vincenzo De Luca, direttore generale per la Promozione del Sistema Paese del ministero degli Esteri, Laura La Posta caporedattrice de “Il Sole 24 Ore”, Vincenzo Cerciello direttore tecnico, e Alfredo Cerciello direttore finanziario

Nordmeccanica, azienda leader del Made in Italy nel settore del packaging flessibile, in occasione del 40 esimo anniversario di attività ha organizzato un evento internazionale sul mondo del packaging il 13 dicembre a Piacenza con la presenza di imprenditori e manager del settore provenienti da ogni parte del mondo, dall’India all’Africa alla Cina. L’azienda, fra le poche italiane che oggi esportano oltre il 90% della propria produzione, è leader in Italia nella tecnologia 4.0 ed è primo operatore mondiale del settore con una quota di mercato superiore al 65%.
Fra i presenti all’evento di Piacenza, Giuliano Busetto, Ceo di Siemens Italia, Filippo Velli del Gruppo Ferrero, il professor Ulrich Lehner, membro del consiglio di amministrazione di Henkel (colosso da 53 mila dipendenti e presenza in 75 nazioni). Dalla Cina è intervenuto Mr. Xia Jialiang, presidente degli industriali del packaging; dagli Usa, Javier Constante, vicepresidente della multinazionale Dow Chemicals; dall’India Ashok Chaturvedi, proprietario di Uflex (8mila dipendenti, 140 paesi serviti). Per il Ministero degli Esteri era presente Vincenzo De Luca, direttore generale per la Promozione del Sistema Paese, già console generale a Shanghai. E poi il Gruppo Mondi, multinazionale con sede in Austria; Amcor, multinazionale australiana; la turca Korozo; le tedesche Sudpack e Windmoller & Holscher; il gruppo nigeriano Veepe; l’argentina Celomat e ancora l’austriaca Constantia. Tra le presenze italiane: Alberto Nicolini (Castagna Univel), Claudio Gerosa (Cellografica Gerosa), Pier Luigi Miciano (Coveme Spa).
“Siamo orgogliosi e felici di avere ospitato a Piacenza i rappresentanti più prestigiosi dell’industria del packaging del mondo”, ha detto Antonio Cerciello, presidente di Nordmeccanica, “la nostra azienda opera in una logica tecnologicamente avanzata 4.0 dall’inizio degli anni 2000. Questo ci ha portato a essere fra i primi del mercato in questi anni e ci ha permesso di fronteggiare i nostri principali competitor tedeschi. Ma ormai da tempo in questo settore siamo noi i leader tecnologici, anche grazie alle partnership che abbiamo sviluppato con i grandi player internazionali come Siemens, Dow e Amcor”.
Nordmeccanica è anche leader di mercato in Germania con una quota del 55% ed è il primo fornitore delle multinazionali tedesche dell’imballaggio alimentare, con un volume di vendite verso Berlino di circa 7 milioni di euro annui.
Le macchine Nordmeccanica-Siemens prodotte negli stabilimenti Nordmeccanica di Piacenza rispondono alla crescente domanda di prodotti “tailor-made”, che richiedono una specializzazione particolare e un rinnovamento continuo: soluzioni utilizzate per esempio nella produzione di rivestimenti di finto legno per l’industria dei mobili e per quella dell’automobile, per i cruscotti delle auto.
L’azienda della famiglia Cerciello opera attraverso cinque stabilimenti, di cui tre in Italia, uno in Cina e uno negli Stati Uniti, e 87 paesi, con 300 dipendenti diretti, un fatturato di 110 milioni di euro nel 2017 (+10% rispetto al 2016) e investimenti in ricerca e sviluppo nell’ordine del 5% del fatturato annuo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here