Mondi-Digital Flex: quando a vincere è la qualità di un lavoro standard

0
456

Primo premio al BestinFlexo 2017 nella categoria Carta/Cartoncino in banda larga, lo stabilimento Mondi di San Pietro in Gu (Pd) ha nel proprio dna una qualità negli stampati eccellente

Da sinistra Andrea Vergnano Digital Flex, Gabriele Leccioli ed Elena Soffiato Mondi, e Franco Collini Digital Flex

“Per il perfetto bilanciamento della cromaticità dell’immagine, per la nitidezza e il contrasto dei dettagli e dei testi, per l’ottimo risultato di stampa anche con un numero ridotto di colori”, è questa la motivazione fornita dalla giuria per il primo premio conferito a Mondi e al suo service di prestampa Digital Flex, in occasione del BestinFlexo 2017. Grande soddisfazione per entrambe le realtà.
Digital Flex è da sempre partner privilegiato per la fornitura di impianti stampa di questo stabilimento Mondi dove lavorano circa 110 persone e dove il core business è la produzione di sacchi a grande contenuto in carta e im­ballaggi flessibili con un orientamento di mercato rivolto principalmente al Food and Feed e ad alcuni settori tecnici (chimica, siderurgia, edilizia, automotive).

 

Stampa flexo di alta qualità grazie a partnership di eccellenza
Gabriele Leccioli è il Managing Director e responsabile di questo stabilimento da circa un anno e mezzo. “Arrivando in Mondi ho avuto la conferma dei progressi raggiunti dalla flexo sotto tutti i punti di vista, dalle tecnologie di produzione, ai costi fino alla qualità degli stampati e posso confermare che oggi la flessografia è a un livello di eccellenza assoluta come mai nel passato”.
In questo stabilimento sono presenti macchine da stampa flexo a otto colori. La media dei colori impiegati per ogni lavoro, come ad esempio quello premiato al concorso, è di sei.
Digital Flex è stata fornitore e partner di questo stabilimento sin dagli albori, quando l’azienda era una piccola realtà a conduzione familiare, acquisita poi da un gruppo austriaco e infine entrata nell’orbita Mondi, ed è sempre stata un punto fermo nei vari passaggi, grazie al fatto che comunque sono le persone e i rapporti umani a determinare il successo delle aziende.
“Quando si raggiungono risultati di questo livello, oltre alle migliori tecnologie impiegate in tutte le fasi del processo, è la componente umana a fare la differenza, sia per le competenze messe sul campo sia per i rapporti consolidati fra le varie persone che oggi collaborano in totale apertura e trasparenza quasi come si fosse un’unica entità”, interviene Franco Collini di Digital Flex.
La collaborazione con il fornitore dei cliché di stampa è fondamentale per ottenere il massimo dei risultati possibili, soprattutto nella flexo dove la macchina da stampa al contrario della rotocalco non offre molti spazi di manovra per azioni correttive al fine di raggiungere de­terminati livelli, ed ecco allora l’importanza del lavoro in prestampa.
Elena Soffiato, responsabile di produzione Mondi in San Pietro in Gu (Pd), da sempre in azienda, ha seguito i vari passaggi di proprietà, apprezzando in particolare la massima libertà avuta dalla direzione centrale del gruppo nella scelta dei singoli fornitori-partner – “questo è un aspetto di primaria importanza per noi, che ci ha consentito di poter raggiungere dei risultati altrimenti difficili da perseguire se non si ha un rapporto che ormai è di frequentazione e consulto quotidiano, con scambi di informazioni anche molto delicate”.

 

Il lavoro vincente: uno standard di produzione per Mondi
In questo caso specifico lo stimolo a partecipare al concorso è arrivato da Digital Flex, e come conferma Andrea Vergano, Amministratore Delegato della società, “abbiamo informato il cliente di questa opportunità circa un mese prima della chiusura dei termini per la presentazione dei lavori. Ci tengo a sottolineare questo aspetto, perché evidenzia il fatto che non è stato un lavoro preparato appositamente per partecipare al BestinFlexo, ma è assolutamente una reale produzione standard e quando il lavoro è stato scelto, il sacchetto era già sugli scaffali della grande distribuzione”.
Il sacco è in carta, stampato a 6 colori dove a risaltare è l’immagine di un gatto in primo piano su uno sfondo verde, un’immagine di natura, sfumata, estremamente nitida, grande precisione e definizione nei punti minimi, nei tratti e nelle sfumature, per un risultato complessivo di grande impatto visivo.
“Il settore del Pet Food è in grande crescita, e la richiesta di qualità da parte dei nostri clienti brand owner è arrivata a un livello pari a quello delle confezioni alimentari per le persone. Una tendenza che stiamo notando in questo settore nell’ultimo periodo è la richiesta di avere dei packaging con finestra per poter vedere il prodotto all’interno della confezione, e una maggiore richiesta di materiali i più somiglianti possibili alla carta. Nella nostra gamma oltre a soluzione in carta, possiamo anche offrire accoppiati in plastica che ricreano questi effetti”, aggiunge Ele­na Soffiato, “e quando abbiamo cercato nell’archivio la­vori recenti un soggetto da presentare al concorso, ab­biamo scelto questo soggetto perché ci piaceva molto, ma avremmo potuto presentarne degli altri con la stessa qualità di stampa”.

 

Tecnologie e materiali Flint Group
Altro partner che ha contribuito alla realizzazione del lavoro premiato è Flint Group, rappresentata in Italia da Heidelberg, con le tecnologie e i materiali impiegati da Digital Flex. In questo caso la lastra utilizzata è la nyloflex ACT incisa in maniera digitale tradizionale con sistema HD. La nyloflex ACT è una lastra di durezza media, ideale per la stampa di mezzitoni, con minimo dot gain, ma contemporaneamente con una grande capacità di trasferimento dell’inchiostro nei fondi pieni e nelle immagini; è inoltre particolarmente adatta alla stampa di materiali cartacei,  per loro natura particolarmente assorbenti, e può essere utilizzata sia con inchiostri ad acqua, a solvente e UV.  “Abbiamo scelto insieme alla Digital Flex, di impiegare questa tipologia di lastra perché dalle prove effettuate è quella che ci ha permesso di ottenere il migliore dei risultati possibili, per questa tipologia di lavoro e con la configurazione della nostra macchina da stampa”, aggiunge ancora Elena Soffiato.
L’appuntamento è ora per il concorso internazionale a maggio, nel quale Mondi e Digital Flex parteciperanno di diritto, confrontandosi con le aziende vincitrici dei vari concorsi nazionali europei, in concomitanza con la Print4All, e per il BestinFlexo 2018 dove Mondi parteciperà nuovamente, perché come confermato dal Managing Director Gabriele Leccioli “ci abbiamo preso gusto e a questo punto questo premio diventerà un appuntamento da non mancare per la nostra azienda”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here