Le specialità Guandong svettano tra le cime del Monte Bianco in occasione della Courmayeur Design Week-end

0
784

Dalle piste di rally alle piste da sci, Guandong si conferma specialista delle specialità con soluzioni ad alto tasso di innovazione, che saranno tra i protagonisti dalla prima edizione della Courmayeur Design Week-end. Dal 6 al 9 febbraio la cittadina valdostana si trasformerà in una grande installazione diffusa a cielo aperto tra vie, piazze e baite, ma soprattutto tra le più prestigiose vetrine dello shopping e le lounge degli hotel. Qui, selezionate aziende del Made in Italy – tra cui si annoverano brand del calibro di Alessi, Artemide, Kartell, MDF Italia – si racconteranno attraverso i loro prodotti più iconici e le novità del momento. Una location inusuale per un’iniziativa altrettanto inaspettata nel panorama degli eventi trade che stuzzica la creatività di architetti e designer. Courmayeur sarà una contaminazione inedita e straordinaria immersa nelle tradizioni di montagna, dove i professionisti invitati a partecipare potranno anche aderire al fitto calendario di workshop e seminari per approfondire tematiche professionali e culturali.

I prodotti saranno esposti nelle vetrine e nelle lounge mediante un format identificativo stampato su materiali Guandong selezionati dall’organizzazione dell’evento unitamente al Comune di Courmayeur per le proprietà tecniche intrinseche. I supporti Guandong, infatti, oltre a garantire un effetto WOW, assicurano prestazioni eccellenti in ambito indoor, outdoor e in-store, anche a condizioni climatiche estreme. Inoltre un’altra caratteristica ritenuta fondamentale è l’ecosostenibilità di questi materiali ad impatto zero, atossici e riciclabili, in quanto assimilabili al rifiuto solido urbano, che secondo i dettami dell’economia circolare, può essere riutilizzato per produrre energia e nuovi beni. “Operiamo in un mercato contraddistinto da una filiera molto lunga: distributori, stampatori, agenzie, architetti”, spiega Daniele Faoro – Amministratore Delegato Guandong. “Queste figure hanno fortemente bisogno del digitale per proporre progetti al passo con i tempi. Ma spesso non conoscono né le potenzialità della stampa digitale, né i supporti che aziende come Guandong hanno formulato specificatamente per applicazioni in ambito di interior e in-store decoration. Proposte che ampliano i confini del digital printing, rendendo percorribili nuove strade, molte delle quali ancora da tracciare, alcune ancora da percorrere, altre già in fase di esplorazione”.

Con la partecipazione alla Courmayeur Design Week-end, Guandong si conferma promotore di un vero e proprio processo di culturalizzazione lungo tutta la filiera, già avviato con diverse iniziative a livello europeo dando vita al Guandong Fashion Design Network. Da tempo, infatti, l’azienda è attiva con allestimenti applicativi e interventi del management e dei tecnici aziendali all’interno di un circuito selezionato di experience centre e spazi di incontro destinati a esperti della comunicazione e del design. “L’interior decoration è un grande contenitore a cui afferiscono molteplici tipologie di prodotti. Per accorciare la distanza tra produttori e utilizzatori dobbiamo creare un bisogno e far conoscere le nostre soluzioni attraverso momenti di approfondimento ed eventi di grande richiamo come la Courmayeur Design Week-end”, aggiunge Faoro.

Oltre alle installazioni rintracciabili attraverso la mappa, cartacea e digitale, arricchita dalle informazioni riportate nella guida dedicata, l’evento prevede momenti formativi attraverso talk, seminari e interviste. E ancora, un’esposizione di giovani artisti e designer nell’Espace Grivel e una mostra antologica sull’evoluzione dei luoghi e del modo di lavorare, ad opera degli studenti della Scuola di Design del Politecnico di Milano.

La Courmayeur Design Week-end porta la firma di Paola Silva Coronel, architetto, giornalista e content developer. Artefice di diverse edizioni del Viscom Live, ancora una volta propone un format inedito e originale, dando vita ad un evento culturale B2B e B2C capace di ingaggiare i più importanti brand del design e gli architetti dei principali studi di progettazione.