Le novità tecnologiche di Cerutti Packaging Equipment

0
548
Giancarlo Cerutti, Ceo di Cerutti Packaging Equipment

Giancarlo Cerutti, nel corso dell’ultima edizione di “ERA Packaging & Decorative Conference” che si è tenuta lo scorso novembre a Barcellona, ha presentato alla platea di stampatori rotocalco la più recente novità tecnologica targata Cerutti: un sistema di ventilazione di ultima generazione.

 

Giancarlo Cerutti, Ceo di Cerutti Packaging Equipment

I focus  principali dell’incontro sono stati gli ultimi sviluppi tecnologici, con particolare attenzione alla stampa digitale e alle possibili integrazioni con la rotocalco e i trend di mercato nel settore della stampa rotocalco di imballaggi, in particolare in Asia e Cina.
Giancarlo Cerutti, Presidente e Amministratore Delegato di Cerutti Packaging Equipment, ha fornito un interessante contributo sul ruolo chiave della rotocalco tra le tecnologie di stampa: nonostante la concorrenza di altri processi, la rotocalco rimane ancora predominante in quelle aree del mondo dove si registrano forti crescite, come l’Asia Pacifico, l’India e la Cina. I clienti confermano che, laddove la qualità di stampa è fondamentale, la risposta è la stampa rotocalco. Tirature più brevi, materiali più sottili, bassa ritenzione dei solventi, risparmio energetico e rispetto dell’ambiente: sono tutti temi su cui Cerutti sta lavorando con grande impegno per dare al mercato risposte sempre più efficaci.
Il modello R98X, con le sue 348 unità di stampa installate o in fase di consegna, è la prova tangibile della fiducia del mercato nei confronti di Cerutti e spiega perfettamente cosa significa “innovazione” per il costruttore italiano.
Giancarlo Cerutti nel suo intervento ha dato un esempio significativo dell’atteggiamento proattivo di Cerutti: “Il mercato ha sempre riconosciuto l’efficienza del nostro sistema di ventilazione, ma noi siamo sempre un passo avanti e stiamo lanciando una nuova generazione di cappe di asciugamento con nuove funzionalità relative al ​​risparmio energetico, all’ergonomia e all’integrazione del controllo della macchina con l’industry 4.0. In particolare, abbiamo eseguito test a una velocità superiore a 500 mpm, ottenendo una quantità di solvente residuo inferiore a 5 milligrammi con un risparmio energetico di circa il 10%, rispetto alla precedente generazione di essiccatori”.

Riccardo Montagnini, Chief Technical Officer di Cerutti Packaging Equipment, spiega molto chiaramente i vantaggi della nuova tecnologia.
“Il sistema di asciugamento di quasi tutte le macchine da noi fornite negli ultimi dieci anni si fonda su un concetto brevettato di ugelli 3D, che ha dimostrato sul campo la sua efficienza con produzioni ad alta velocità e con le stringenti norme relative alla ritenzione dei solventi. Partendo da questo consolidato background di ottimi riscontri ricevuti dai nostri clienti, abbiamo deciso di mantenere le caratteristiche chiave nel nuovo design, incluso anche il materiale delle cappe stesse (che saranno sempre realizzate in acciaio inossidabile, il materiale più adatto a garantire una lunga durata). Il layout generale della macchina invece è stato completamente rivisto al fine di garantire una perfetta accessibilità a tutti i componenti della parte superiore: ad esempio, le cappe si apriranno pneumaticamente, lasciando un corridoio di larghezza uniforme per consentire agli operatori di avere pieno accesso ai rulli e agli ugelli. La filosofia è stata non solo quella di progettare la macchina per garantire le sue prestazioni di produzione durante la tiratura, ma anche di rendere facili e veloci tutte le attività complementari da eseguire, come la pulizia e la manutenzione”.

In che modo il nuovo sistema di asciugamento garantisce maggiore efficienza, risparmio energetico e minori consumi?
“Senza andare troppo nel particolare posso dire che, grazie a numerosi test eseguiti nel nostro centro di Ricerca e Sviluppo, siamo stati in grado di compiere passi significativi in tutte le componenti chiave del sistema di ventilazione. Partendo dalla geometria della cappa e dei suoi ugelli, abbiamo lavorato sulla distribuzione degli ugelli 3D per aumentare l’efficienza dell’asciugamento. Agendo sui condotti di ricircolo, abbiamo sfruttato le perdite di pressione per ridurre l’energia necessaria a dirigere l’aria, migliorando allo stesso tempo anche il sistema di prelievo dei solventi direttamente nella zona del cilindro di stampa. Anche le perdite di calore sono state analizzate, ottimizzando l’isolamento termico. Inoltre, è stato progettato e testato un nuovo sistema per misurare il consumo termico di ogni cappa: ogni dato di produzione verrà archiviato e gestito dal nostro sistema di gestione dati 4.0, fornendo uno strumento unico e di facile utilizzo per sfruttare al massimo tutta la capacità termica della linea.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here