Koenig & Bauer: riduzione dei costi, progetti di crescita e riduzione del capitale circolante

0
358
At the prestigious pilot customer Klingele in Delmenhorst near Bremen, the production start of the CorruCUT for corrugated board printing and processing is in mid-November
Presso il cliente pilota Klingele a Delmenhorst, vicino a Brema in Germania, l’inizio della produzione del CorruCUT per la stampa e la lavorazione del cartone ondulato è previsto a metà novembre

Nei primi tre trimestri del 2019, il gruppo Koenig & Bauer ha registrato ordini per 843 milioni di euro. La cifra dell’anno precedente di 943,2 milioni di euro era elevata grazie a un importante ordine nel settore della stampa di sicurezza che non è usuale in questo campo. Considerati i ricavi di € 292,2 milioni nel terzo trimestre, i ricavi del gruppo sono leggermente aumentati rispetto all’anno precedente (€ 788,8 milioni) a € 798,2 milioni. Il presidente e CEO Claus Bolza-Schünemann ha fornito ulteriori dettagli: “Oltre a un calo dell’attività di servizi nella stampa di giornali, le inattese spese per il progetto per un ordine importante nella stampa di sicurezza, i costi qualità non pianificati e gli effetti misti negativi hanno gravato sugli utili. Anche in considerazione del notevole aumento dei rischi economici, negli ultimi mesi abbiamo lavorato intensamente su programmi specifici di riduzione dei costi. L’ottimizzazione dell’impronta della produzione e dell’assemblaggio a livello di gruppo è al centro di questo aspetto”. CFO Mathi Dähn ha aggiunto: “oltre alla strutturazione attiva e rapida dei costi, ci stiamo impegnando per offrire prodotti innovativi che consentano ai clienti di realizzare un valore aggiunto tangibile. Anche la riduzione del capitale circolante è al centro dell’attenzione”.

Aumento del 6,7% degli ordini per le macchine a foglio
Oltre all’importante business dei servizi, un numero maggiore di ordini per le macchine da stampa di medio formato ha portato a una crescita degli ordini nel segmento a foglio del 6,7%, per 460 milioni di euro (2018: 431,3 milioni di euro). I ricavi di 407,4 milioni di euro sono stati a livello dell’anno precedente (409,4 milioni di euro). Il buon portafoglio ordini di € 242,5 milioni (2018: € 253,6 milioni) garantisce un elevato e continuo utilizzo delle capacità. A causa del mix di prodotti e dei costi qualità associati temporaneamente più elevati, l’EBIT di -2,2 milioni di euro era inferiore al valore dell’anno precedente (14 milioni di euro).

Leggero aumento delle entrate nel settore digitale e macchine a bobina

Per poter crescere nel 2023, Koenig & Bauer si affida a prodotti innovativi come la macchina da stampa flexo CI Evo XC che garantisce al cliente un valore aggiunto misurabile

Nel settore digitale e macchine a bobina, l’assunzione di ordini di € 108 milioni è stata inferiore del 3,9% rispetto al valore dell’anno precedente di € 112,4 milioni. Un aumento delle vendite delle macchine per giornali e decorazione digitale non potrebbe compensare il calo del settore dei servizi nel settore dei giornali e nella riduzione degli ordini per le macchine per imballaggi flessibili. Mentre i ricavi sono leggermente aumentati da € 102,8 milioni a € 105,4 milioni, il portafoglio ordini è aumentato significativamente da € 72,1 milioni a € 88,4 milioni. L’EBIT, gravato dalle elevate spese di accesso al mercato e legate alla crescita, è stato di – 15,7 milioni di euro rispetto a – 10,8 milioni di euro dell’anno precedente.

3,9% di entrate in più per le applicazioni speciali

Con la tecnologia APL-Robotman orientata al futuro di Coding, consociata del gruppo Koenig & Bauer, le etichette possono essere stampate e, con un braccio robotico, possono essere applicate in posizioni non precedentemente raggiungibili con un processo automatizzato

Nel segmento delle applicazioni speciali, l’assunzione di ordini di € 305,3 milioni era inferiore al valore dell’anno precedente di € 428,3 milioni, che era stato influenzato da un importante ordine nella stampa di sicurezza. In un ambiente altamente competitivo, la società non è riuscita a vincere tutte le gare nell’ambito della stampa di sicurezza. Tuttavia, gli ordini erano in linea con la pianificazione. A seguito di numerosi ordini per la stampa decorativa su metallo per linee di macchine su larga scala per la decorazione di lattine in 3 pezzi negli ultimi anni, il dinamismo delle richieste si è recentemente calmato. Al contrario, l’azienda ha registrato una crescita significativa degli ordini nella decorazione di vetro e contenitori. Le entrate sono aumentate da € 299 milioni a € 310,7 milioni. L’EBIT si è attestato a € 13,1 milioni dopo € 25,3 milioni dell’anno precedente a causa del mix di prodotti e delle spese impreviste per il progetto per il principale ordine nella stampa di sicurezza. Con 339,1 milioni di euro, il portafoglio ordini e l’utilizzo della capacità sono di alto livello (2018: 460,3 milioni di euro).

“Il raggiungimento dei nostri obiettivi annuali per il 2019, crescita dei ricavi organici nel Gruppo di circa il 4% e un margine EBIT di circa il 6%, è diventato significativamente più impegnativo in questo esigente contesto di mercato con un calo degli ordini nel terzo trimestre. Con l’elevato attuale utilizzo delle capacità, il raggiungimento degli obiettivi è soggetto all’elaborazione pianificata degli ordini, alla prenotazione degli ordini previsti e all’effetto tempestivo delle misure di riduzione dei costi che sono state avviate”, ha concluso il presidente e CEO Claus Bolza-Schünemann.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here