Istituto Italiano Imballaggio protagonista a Ipack-Ima 2018

0
683
Da sinistra Anna Paola Cavanna, Deborah Villa e Riccardo Cavanna

L’Istituto Italiano Imballaggio, assiduo espositore di Ipack-Ima, dagli albori della manifestazione, mai come quest’anno può archiviare un’edizione di grande soddisfazione. L’l’Istituto, che si è presentato in fiera, forte dell’elezione della nuova Presidente Anna Paola Cavanna, ha investito. in modo particolare. sulla propria presenza, con un nuovo stand, in cui sono stati portati in mostra i finalisti del contest Best Packaging 2018 e dove è stato organizzato, quotidianamente, uno show cooking dai contenuti altamente tecnologici, per concludere la giornata fieristica, con un happening che coinvolgesse soci, clienti, giornalisti e colleghi del mondo associativo.
L’Istituto è stato anche presente in diversi momenti di approfondimento tecnico, nei convegni che si sono svolti in Print4All, Plast e Glass Pack.

Anna Paola Cavanna

Nelle diverse occasioni pubbliche, la neo Presidente Anna Paola Cavanna ha introdotto la propria idea di presidenza e ha riassunto gli obiettivi del primo biennio di lavoro, esternando anche la soddisfazione per l’andamento della fiera, che ha così descritto: “Girando tra gli stand e incontrando alcuni clienti, ho percepito la soddisfazione degli operatori per lo svolgimento della fiera e per la ricca affluenza di visitatori qualificati e top buyer internazionali. Il dato dell’affluenza 2018 appare tanto più significativo, se si pensa che la scorsa edizione si è svolta in concomitanza con Expo2015, che era stato ritenuto un potenziale traino di visitatori”.
L’impressione è stata poi confermata dai dati diffusi da FieraMilano, che segnalano il raddoppio dei visitatori riaspetto al 2015.
Di particolare successo è stata la cerimonia di conferimento dell’Oscar dell’imballaggio, ai 7 vincitori dell’edizione più tecnologica del concorso, che mette in gara le aziende più innovative, da 61 edizioni. Un fattore di successo è stato la location offerta da Ipack-Ima, partner dell’Istituto nella promozione della manifestazione Best Packaging 2018, ospitata nello scenografico foyer del centro servizi, sotto la vela di Fucksas. Gremita la platea ed entusiasti i vincitori, trainati da una sempre ironica Debora Villa alla conduzione, la cerimonia ha beneficiato anche dell’apertura ufficiale da parte di Riccardo Cavanna, Presidente di Ipack-Ima.

 

A IPACK-IMA, 7 BEST PACKAGING HANNO RICEVUTO L’OSCAR DELL’IMBALLAGGIO 2018

Lo scenografico foyer del Centro Servizi di Rho Fiera ha ospitato la premiazione dei vincitori del contest BEST PACKAGING 2018, condotta da Debora Villa

Nella mattinata del 30 maggio hanno ricevuto l’ambito riconoscimento i 7 vincitori, che si sono aggiudicati l’Oscar dell’imballaggio della 61 edizione della manifestazione, promossa dall’Istituto Italiano Imballaggio, in collaborazione con Ipack-Ima2018.
In apertura, il Presidente di Ipack-Ima Riccardo Cavanna ha portato i saluti alla platea presente e ribadito la lunga e proficua collaborazione tra l’ente fieristico e l’Istituto Italiano Imballaggio. Il palcoscenico è stato anche teatro del debutto della neo Presidente dell’Associazione milanese, Anna Paola Cavanna, che – sorridendo dell’omonimia – ha riassunto i punti salienti del proprio programma di governance, per il biennio 2016-2018, basato su solidi cardini, che mettono in primo piano le aziende. Spinta sull’acceleratore della comunicazione verso tutti i target e, in particolare, il consumatore e azioni atte ad avvicinare imprenditori e management delle aziende sono i primi impegnativi progetti da mettere in campo, nelle intenzioni della Presidente Cavanna, che ha anche chiuso l’evento, rilanciando una storica alleanza dell’Istituto con Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi) che sarà co-organizzatore del contest 2019, il sesto dedicato all’ambiente.

Da sinistra Anna Paola Cavanna, Deborah Villa e Riccardo Cavanna

Il riassunto dei criteri di valutazione adottati e dei lavori della Giuria è stato affidato a Maurizio Boccacci Mariani, Ordinario de La Sapienza, che ha presieduto i lavori dell’edizione 2018, con focus sull’innovazione tecnica e tecnologica.. Nella scelta dei vincitori, come da regolamento, si è tenuto conto del maggior numero di plus che la nuova soluzione di imballaggio ha dimostrato di possedere rispetto a quanto sul mercato, a parità di funzioni svolte. Si è, inoltre, tenuto conto del mercato di riferimento, valutandone la maturità o il livello di crescita e sviluppo, focalizzando le reali esigenze espresse dal settore di utilizzo della soluzione. Di particolare interesse le soluzioni di imballaggio realizzate con nuovi materiali, frutto di ricerca tecnica, anche a fini ambientali, le soluzioni innovative grazie a nuove tecnologie, che consentano risparmio di energia, che ottimizzino il ciclo produttivo e i costi e tempi di produzione. Analogamente, saranno interessanti le soluzioni che supportino la prevenzione dello spreco e aumentino la shelf life, ad esempio con imballaggi attivi e intelligenti. Saranno ritenute preferenziali forme di smart packaging. Particolare attenzione sarà posta ai mercati emergenti, come vending, e-commerce, ad esempio.
I premi 2018 per il tema innovazione tecnica e tecnologica sono stati 4, a cui si sono aggiunti i riconoscimenti per le 3 categorie speciali.

 

INNOVAZIONE TECNICA E TECNOLOGICA

CHIMAR S.p.A – SPYLOG, L’IMBALLAGGIO DIVENTA “SMART”
MOTIVAZIONE: Sistema ad alto contenuto tecnologico e nel contempo user friendly, per una logistica smart. Infatti con un semplice componente, adatto a qualunque imballaggio, si ottiene un monitoraggio intelligente e puntuale. Ha il vantaggio di essere universale.

GOGLIO LUIGI – GRO-KEY IL NUOVO SISTEMA PER I FRESCHI
MOTIVAZIONE: E’ stata selezionata un’idea lungimirante, che interpreta perfettamente le attuali tendenze in tema di food: ricette gourmet, ma on the go. L’innovazione contiene un alto tasso di innovazione tecnica nella chiusura ermetica a incastro e nel sistema di apertura generato automaticamente dalla cottura.

INTERNATIONAL PAPER – TRASPORTO SICURO CON COMPACK WINE
MOTIVAZIONE: Il premio è conferito per l’innovazione apportata alla funzionalità, in un settore delicato come quello vinicolo e con esigenze specifiche del cliente, in tema di trasporto. Il materiale, seppur maturo, presenta una bella resa estetica e un’attenzione ambientale.

PET ENIGNEERING SRL – FonteVita: Redefining Premiumness
MOTIVAZIONE: Resa estetica di notevole impatto, realizzata con PET a simulare l’immagine del vetro. Pregio rilevato nel design della forma, della sfumatura e delle scanalature laterali, la cui realizzazione ha richiesto investimenti in ricerca e innovazione.

 

QUALITY DESIGN patrocinata da Politecnico di Milano e Brera Design District

Gruppo FERRERO – NUTELLA UNICA, Il packaging che nasce da un algoritmo
MOTIVAZIONE: Il premio va al progetto nel suo complesso, che somma l’innovazione della tecnologia di stampa, a un progetto di marketing e comunicazione tutto incentrato sul packaging e sulla sua unicità.

 

OVER ALL della Giuria

ADERCARTA S.p.A.– PURA NATURA, LA CARTA TRASPARENTE
MOTIVAZIONE: Il premio è stato assegnato per le re-intepretazione e attualizzazione di un materiale vintage, in ottica di servizio al consumatore, a cui viene offerta un’alternativa interessante, in termini economici, ambientali e di funzionalità e di immagine, al sacchetto biodegradabile per ortofrutta in GDO.

 

AMBIENTE, patrocinata da Conai

BTICINO S.p.A- WRAPEASY Universal Packaging
MOTIVAZIONE: il sistema somma risparmio di materia prima, ottimizzazione della logistica ed ecodesign. (Una menzione particolare alla precisione e completezza documentale fornita per la valutazione).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here