Ipack-Ima: i numeri lasciano presagire un’edizione record – Importante alleanza con Interpack

0
193
Da sinistra Bernd Jablonowski di Messe Dusseldorf, Riccardo Cavanna Presidente Ipack-Ima, Enrico Aureli Presidente Ucima e Domenico Lunghi Amministratore Delegato Ipack-Ima durante la conferenza stampa del 5 febbraio tenutasi nella Club House di Fiera Milano
Da sinistra Bernd Jablonowski di Messe Dusseldorf, Riccardo Cavanna Presidente Ipack-Ima, Enrico Aureli Presidente Ucima e Domenico Lunghi Amministratore Delegato Ipack-Ima durante la conferenza stampa del 5 febbraio tenutasi nella Club House di Fiera Milano

Il 5 febbraio sono state presentate agli espositori, direttamente in Fiera Milano dove a maggio apriranno i battenti, le fiere Ipack-Ima e Meat Tech 2018, manifestazioni organizzate da Ipack-Ima Srl, joint venture tra Ucima e Fiera Milano. In concomitanza si terranno anche le fiera Plast, Print4All (Converflex, Grafitalia, InPrinting) e intralogistica per un quartiere fieristico occupato in tutti i suoi 18 padiglioni. Saranno oltre 140.000 i mq di superficie espositiva netta e soprattutto sarà unico il biglietto per visitare tutte le manifestazioni che animeranno Fiera Milano dal 29 maggio al 1 giugno. “The Innovation Alliance” attenderà circa 1000 buyer profilati, invitati dalle cinque fiere grazie al supporto del Ministero dello Sviluppo Economico e di ICE, In particolare Ipack-Ima e Meat Tech ospiteranno buyer provenienti da Europa, Africa, Medio Oriente, Sud America e Stati Uniti. Ottimi riscontri arrivano anche dalle pre-registrazioni avviate nei giorni scorsi. Risulta infatti in crescita il numero degli operatori che stanno richiedendo il biglietto di ingresso.
“Ipack-Ima ha cambiato marcia”, esordisce Riccardo Cavanna Presidente della manifestazione “e gli imprenditori con le loro innovazioni tornano a essere protagonisti di un evento che fin dal 1961 ha contribuito allo sviluppo e al successo di numerose realtà industriali italiane che grazie a una vetrina internazionale si sono fatte conoscere e apprezzare nel mondo. Un evento forte in Italia è un punto di partenza fondamentale per tutto il settore e dai numeri in nostro possesso e grazie all’ottimo lavoro svolto, siamo sicuri che l’edizione 2018 rappresenterà un nuovo punto di partenza per Ipack-Ima e per tutto il settore del packaging”, dice Cavanna.

 

I numeri di Ipack-Ima e Meat Tech
A quattro mesi dall’apertura, gli spazi di Ipack-Ima e Meat-Tech sono stati venduti per oltre il 90%, e anche quelli delle altre fiere sono in dirittura d’arrivo, con un incremento di spazi e di aziende internazionali che esporranno le loro novità.
Ipack-Ima si articolerà su 8 padiglioni suddivisi in base alle business community: 1-3 ospiteranno tecnologie, materiali e accessori per l’industria della pasta, bakery, milling e confentionary, 5-7 saranno dedicati alle novità per il processo e il confezionamento alimentare con un focus sul fresh & convenience. Nel padiglione 4 ci sarà spazio per il non-food, cosmetico, liquid filling e beni industriali. Completeranno l’offerta, macchinari, attrezzature e dispositivi trasversali ai vari settori: tecnologie per etichettature, coding & tracking saranno al pad. 14 mentre le aziende cheoperano nel fine linea saranno posizionate nei pad. 6 e 10, completati dall’offerta in mostra a Intralogistica Italia, manifestazione organizzata da Deutsche Messe e Ipack-Ima e dedicata alla logistica interna.
A Ipack-Ima debutterà inoltre Ipack-Mat nel pad. 14 e sarà un salone satellite dedicato a materiali innovativi e al premium packaging.
Nel pad. 2 sarà invece allocata Meat Tech, dedicato alle tecnologie, attrezzature ausiliarie e ingredienti per la lavorazione della carne, giunta allasecondaedizione.

 

I grandi temi
Economia circolare e sostenibilità saranno al centro dello spazio gestito dal Conai così come i prodotti che concorreranno all’Oscar dell’imballaggio, nel’area gestita dall’Istituto Italiano Imballaggio.
Digitalizzazione e tematiche legate all’e-commerce saranno oggetto di unconvegno organizzato in collaborazione con Netcomm, il consorzio italiano dell’e-commerce, che segue l’appuntamento di successo dello scorso mese di gennaio.
Altre tematiche trasversali che saranno declinate con appuntamenti specifici e atraverso l’offerta merceologica saranno quelle dell’anticontraffazione e della serializzazione nei settori food, fashio e cura della persona. Le specificheproduttive legate agli alimenti free from e al sanitary design, alla marca propria e a quella privata saranno inoltre parte dell’offerta per gli operatori dell’industria alimentare e delle bevande.

 

La fiera 2.0
Gli incontri B2B saranno assicurati da un’innovativa piattaforma di matching online, My Matching, che consente un’elevata profilazione degli utenti e offre suggerimenti di incontro.
Un altro strumento che sta già favorendo l’incontro tra offerta degli espositori e visitatori è lo smart catalogue, uno strumento online che combina le classiche informazioni dei cataloghi fieristici con le informazioni che le aziende pubblicano sui propri canali web, andandosi inoltre a integrare perfettamente con la promozione effettuata attraverso i canali social delle due fiere su Facebook, Twitter e Linkedin.
Come confermato da Domenico Lunghi, Amministratore Delegato di Ipack-Ima Srl, “grazie al web e ai social network, sono oltre un milione le persone che sono state agganciate con messaggi inerenti la prossima edizione delle manifestazioni. L’edizione 2018 rappresenterà un punto di svolta rispetto al passato e i numeri che abbiamo in possesso oggi non fanno altro che rafforzare questa nostra convinzione”.

 

Alleanza strategics tra Interpack, Ipack-Ima e Ucima
Interpack e Ipack si daranno reciproco supporto per le proprie manifestazioni dedicate al packaging tenute a Dusseldorf e Milano, mentre Ucima fornirà sostegno alle manifestazioni internazionali di Messe Dusseldorf organizzate nell’ambito dell’interpack alliance. L’obiettivo della partnership è di offrire un network di riferimento alle aziende che operano nel settore del processing e packaging. I partner hanno firmato accordi specifici che definiscono i dettagli della collaborazione, peraltro annunciata durante Interpack 2017.
La collaborazione con Ipack-Ima comprende attività di comunicazione tramite siti web, mailing, brochure, incontri con la stampa e stand informativi volte a rafforzare la reciproca promozione di interpack a Dusseldorf e Ipack-Ima a Milano.
“Ipack-Ima è una delle più importanti manifestazioni fieristiche a livello europeo e vanta alcune leadeship settoriali come quella nel settore della Pasta o del Milling”, dice Bernd Jablonowski, Global Portfolio Director Processing and Packaging di Messe Dusseldorf, presente alla conferenza di Milano dello scorso 5 febbraio 2018 che poi aggiunge “se solo 5 anni fa mi avessero detto che mi sarei svegliato alle 5 per prendere l’aereo e venire a Milano alla conferenza di presentazione di Ipack-Ima non ci avrei creduto. Sono cambiati i tempie oggi è il momento di dare segnali forti, di due paesi leader nel settore del packaging che insieme vogliono presentare le piattaforme migliori a livello mondiale. Sono estremamente orgoglioso di questa partnership”.
“La collaborazione con interpack e interpack alliance, che vanta sedi operative nei principali mercati mondiali, incrementerà la visibilità della nostra manifestazione offrendo nuove occasioni di incontro e valore aggiunto agli espositori e visitatori”, conclude Riccardo Cavanna, Presidente di Ipack-Ima.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here