Inaugurata la nuova sede del Gruppo Masserdotti: 10 mila m2 dedicati alla creatività, nel ricordo del fondatore Andrea Masserdotti

0
536

Costruita a tempo di record (poco più di 6 mesi), è stata inaugurata ieri giovedì 12 aprile la nuova sede produttiva del Gruppo Masserdotti a Castel Mella (Bs).
All’ingresso dell’azienda, Marcello Lamperti General Manager del Gruppo e il Ceo Alberto Masserdotti hanno coinvolto i presenti in un momento celebrativo, svelando una targa che dedica la nuova sede al fondatore della società Cav. Andrea Masserdotti, scomparso nel 2014

 

Da sinistra Alberto Masserdotti, Ceo e Marcelli Lamperti, General Manager del Gruppo

Una storia iniziata in un garage di casa, con pochissime risorse a disposizione ma tanta fantasia e creatività ad animare un giovanissimo Andrea Masserdotti che, con innato spirito imprenditoriale, pone le fondamenta di quella che a 50 anni di distanza è una delle realtà più conosciute e apprezzate nel panorama italiano ed europeo della visual communication, il Gruppo Masserdotti.
Con oltre 40 dipendenti e un fatturato che negli ultimi tre anni ha registrato una crescita a due cifre, Gruppo Masserdotti sta evolvendo da azienda padronale a holding con struttura manageriale in seguito alla nascita di Domino Sistemi Srl (2011), società specializzata nello sviluppo di soluzioni tecnologiche per la comunicazione visiva.
Da allora non ci siamo mai fermati – racconta oggi Alberto che da alcuni anni ha preso in mano le redini dell’azienda in qualità di CEO, proseguendo la strada tracciata dal padre. – L’innovazione chiama innovazione e dopo essere stati pionieri della stampa digitale in Italia con l’installazione della prima 3M Scotchprint, siamo ora tra i precursori del digital signage con una società e un e-shop dedicati”.
Oggi le due realtà convivono sinergicamente e Masserdotti ha da poco festeggiato i suoi primi 50 anni con tre importanti novità: il trasferimento in una sede più grande e moderna, l’ampliamento del parco macchine e l’ingresso di un nuovo membro nella compagine societaria. Significativi cambiamenti strettamente correlati al nuovo posizionamento aziendale: essere partner industriale per la realizzazione di progetti di comunicazione visiva a valore aggiunto, naturale evoluzione dell’ininterrotto processo di crescita che ha caratterizzato questi primi 50 anni di attività.

 

La nuova sede produttiva: 10.000 metri2 di creatività
A tempo di record, dopo solo 6 mesi dall’inizio dei lavori, lo scorso febbraio ci siamo trasferiti nella nuova sede– spiega Masserdotti –  una struttura di oltre 10.000 mq dotata di impiantistica di ultima generazione, scelta per accogliere tutti i nostri reparti in fase di espansione”. Un’esigenza dettata anche dall’altra grande novità, l’ampliamento del parco macchine già iniziato nel 2016 con l’acquisto di una fresa Zund e di una HP Latex da 3 metri, che vede ora l’installazione di un’ulteriore fresa e di una stampante digitale industriale in fase di trattativa. All’implementazione di sistemi tecnologici si affiancano, inoltre, importanti investimenti in software gestionali e per il workflow. “Scelte mirate, da un lato a sviluppare un processo sempre più orientato agli attuali standard dell’industry 4.0, dall’altro a elevare ulteriormente i livelli qualitativi garantiti, focalizzandoci ancora di più sulla produzione interna”.

 

Una new entry nel management
Uno sviluppo a 360° che vede coinvolto tutto il team aziendale. “La condivisione degli obiettivi con l’intero staff è uno degli aspetti fondamentali che hanno portato al successo di questi anni – prosegue Masserdotti – perché qualsiasi processo di crescita passa innanzitutto attraverso le persone”. Tra le novità di questo anniversario c’è dunque anche l’ingresso di un nuovo membro nella compagine societaria: Marcello Lamperti, attuale General Manager del Gruppo. “L’entrata di Marcello nel CDA rappresenta non solo un riconoscimento della stima personale e professionale che ci lega, ma un’ulteriore spinta alla creazione di una struttura sempre più manageriale al servizio dei clienti che da 50 anni ci rinnovano la loro fiducia”.
La storia del Gruppo Masserdotti è, infatti, segnata da progetti di grande prestigio che in molti casi hanno rappresentato dei veri e propri momenti di svolta per l’azienda e per il mercato della visualcom, come la decorazione delle mitiche Frecce Tricolore e del super yacht Azimut, che nel 1988 ha sfidato ogni record compiendo la prima traversata atlantica senza rifornimento. Da qui l’intuizione di Andrea Masserdotti di estendere l’utilizzo delle pellicole 3M alla decorazione di qualsiasi tipo di automezzo che, abbinata all’installazione esclusiva della prima stampante digitale, ha posto le basi di quella che oggi viene comunemente chiamata decodinamica.

(Photo by Harold Cunningham/Getty Images for UEFA)

Nel ’96 l’ingresso nel grande formato con l’implementazione della prima stampante a tecnologia airbrush, da cui la firma di interventi di grande valore artistico, tra cui il Palazzo Ducale a Venezia. “Da allora la stampa digitale non ha smesso di evolversi – racconta Alberto – e il nostro Gruppo ha seguito questo trend con un turnover tecnologico di circa 2 anni, passando progressivamente da service bureau al contatto diretto con gli end user applicando un approccio sempre più consulenziale”. Nel 2006 inizia l’attività di interior decoration che porta il Gruppo a proporsi come general contractor per clienti dei più svariati settori, dal food – come Beretta o Bonduelle, al fashion – con interventi worldwide per brand del calibro di Armani, Prada, Miu Miu, Prénatal, OVS, fino alle grandi insegne come Pam, Metro e Ikea.

 

Il Digital Signage
Ora l’avvento della tecnologia multimediale sta portando a un’evoluzione della comunicazione out of home e sul punto vendita. Da qui la pionieristica nascita – fortemente voluta da Alberto già nel 2011 – di una nuova divisione dedicata ai sistemi multisensoriali, associata alla partnership con Samsung e alla messa a punto di Palinsesto, l’esclusivo software proprietario per il digital signage. “L’introduzione del Digital Signage è stata una sfida importante, ma i numeri di questi anni ci stanno dando ragione con una crescita costante sia per quanto riguarda i clienti contract gestiti dalla nostra società Domino Sistemi, sia nell’utenza finale estremamente eterogenea che sta determinando il successo del nostro e-shop DominoDisplay.com. Nato nel 2014 come primo e unico e-commerce dedicato alle soluzioni multimediali per la comunicazione visiva rappresenta già oggi più del 50% del fatturato di Domino Sistemi”.

 

A tu per tu con Alberto Masserdotti, CEO del Gruppo Masserdotti

Parlare oggi di stampa digitale è quasi banale e superfluo. Cosa ha significato per voi crederci fin dall’inizio?
“Mio padre ha avuto la grandissima intuizione di capire che il digitale era il futuro, che non si trattava solo di un nuovo prodotto ma di un mercato intero da sviluppare. Proprio per averci creduto da sempre, oggi il Gruppo Masserdotti è un centro di produzione di stampa digitale all’avanguardia a livello europeo, un partner tecnologico industriale per la realizzazione di progetti di comunicazione visiva”.

 

Quale è stata la tecnologia che vi ha consentito di effettuare il salto di qualità?
“Il nostro è un percorso decollato nel ‘92 quando l’azienda decise di investire nella stampa digitale, installando la nuovissima stampante elettrostatica 3M Scotchprint. Nel tempo poi ci siamo affidati ai principali vendor che consideriamo dei partner strategici. Questa è sicuramente stata una scelta vincente e continua ad esserlo oggi”.

 

Nelle vostre applicazioni fate uso anche di cartone ondulato, anche in combinazione con altri materiali?
“Per il momento non è tra i principali materiali che utilizziamo, ma nei progetti che abbiamo in cantiere è già previsto un maggior impiego di questo supporto, anche alla luce dell’ampliamento del parco macchine che ha visto l’installazione di due nuove frese Zund”.

 

Quali tecnologie impiegate per la lavorazione del cartone?
“La stampa digitale e nello specifico i sistemi Durst in combinazione con le frese Zund”.


Ci può spiegare nel dettaglio che cos’è il Digital Signage e quali sono i suoi vantaggi?
“Il Digital Signage è un sistema di comunicazione multimediale per la diffusione di messaggi in modo dinamico, creativo e con un forte impatto visivo attraverso un network formato da differenti player (monitor, videowall, totem multimediali), che permette di fornire in tempo reale messaggi e informazioni a valore aggiunto grazie alla gestione dei contenuti da remoto. Immediatezza, economicità, massima targetizzazione dei messaggi sono solo alcuni dei vantaggi di questa evoluzione tecnologica della visualcom. Palinsesto, in particolare, è il software proprietario per il Digital Signage sviluppato internamente da Domino Sistemi per la gestione, la programmazione e il controllo dei contenuti da remoto, diffusi poi attraverso un numero infinito di dispositivi, ovunque essi siano dislocati””.

 

La Visual Communication è sempre in continua evoluzione. Cosa chiede oggi il vostro cliente per distinguersi sul mercato?
“In ambito analogico i clienti chiedono innanzitutto la puntualità del servizio e della logistica. Qui serve perfezione assoluta perché le campagne pubblicitarie sono legate a tempistiche ben precise: basti pensare ad esempio a una promozione dedicata al Natale o a una campagna di affissioni. Chi invece vuole la novità assoluta chiede soluzioni multimediali spesso integrate con il software “Palinsesto” per creare reti di Digital Signage e distinguersi regalando al proprio cliente esperienze d’acquisto interattive e personalizzate”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here