Il gruppo Sada sceglie Sipack

0
647

Il gruppo Sada, storica azienda italiana leader nel packaging e testimonial dell’eccellenza italiana, ha recentemente siglato l’intesa per l’acquisto di un nuovo casemaker Sipack Royal VB DD per il suo scatolificio di Catania

La ricchezza nel business B2B, e ancor più in quello dell’industria meccanica, non è solo legata alla vendita di nuovi macchinari, all’installazione di nuovi gruppi su unità operative o ai servizi di manutenzione sugli impianti. Lavorare con le aziende industriali significa in primo luogo entrare nel cuore pulsante della produzione, quella realtà meno nota al grande pubblico, più abituato a interagire con il prodotto finale, ma dentro cui avviene, concretamente, la costruzione o trasformazione di qualcosa di tangibile che quotidianamente usiamo: il packaging.
Un’azienda che da anni si distingue per le elevate performance ed è fortemente votata alle innovazioni di processo, di prodotto e tecnologiche è il Gruppo Sada, che nel 2018 vedrà concretizzarsi l’installazione del nuovo Casemaker Sipack Royal VB DD per il suo scatolificio di Catania.
In occasione della firma del contratto, abbiamo intervistato il management per conoscere più da vicino la realtà produttiva e abbiamo potuto apprezzare ancora di più la ricerca di perfezioni a vari livelli: dai prodotti e processi aziendali, all’attenzione ai rapporti umani, volano per la creazione di un team motivato e coeso.
Il Gruppo Sada rappresenta una bella storia italiana fortemente legata al territorio con una storia ultracentenaria che impiega 197 dipendenti. Con le sue 11 linee di trasformazione e 3 ondulatori, l’azienda Antonio Sada & figli lavora per le più grandi aziende multinazionali e nazionali del territorio alle quali fornisce ogni tipo di packaging in cartone ondulato e cartotecnica, dalle scatole americane e fustellati ad alta definizione fino a 6 colori più vernice, onde singole, doppie e microonda.
Antonio Sada e figli è l’azienda madre del Gruppo di cui nella Divisione Corrugated fanno parte anche Sabox e Sifim, scatolifici a Nocera e Catania che grazie alla loro collocazione possono servire non solo tutta la Sicilia, ma l’intero bacino del Mediterraneo. La Divisione Folding Carton Sada completa la gamma anche con prodotti di cartotecnica.

 

 A tu per tu con il management di Sada

Quali esigenze produttive vi hanno spinto a effettuare questo nuovo investimento?
Riduzione dei tempi, riduzione costi di avviamento, maggiore velocità di produzione, miglioramento della qualità di stampa ed un complessivo innalzamento degli standard qualitativi del prodotto”.

 

Quali sono le caratteristiche principali sulle quali vi focalizzate nella scelta di un nuovo macchinario?
“Risparmio energetico, qualità della resa dei prodotti, “robusta costituzione”. Per noi è inoltre fondamentale instaurare un contatto diretto e di fiducia con il fornitore”.

 

In che cosa il casemaker Sipack vi ha convinto?
“Senz’altro la versatilità produttiva, che rende questo impianto ideale per la produzione di imballaggi dai più piccoli ai più grandi. È l’unica macchina con queste caratteristiche presenti in Sicilia e Calabria e comunque una delle poche presenti nel Sud Italia. Il Royal VB DD Sipack,  macchina interamente a motori diretti, sarà il casemaker più grande del parco macchine del Gruppo Sada, grazie al quale l’azienda potrà diventare un punto di riferimento per tutti quei clienti che erano costretti a rivolgersi a fornitori di altre regioni, senza dimenticare la fidelizzazione della clientela attuale, proponendo un prodotto qualitativamente alto”.

 

Quali innovazioni di prodotto o di processo avete introdotto negli ultimi due anni?
“Tante! Da semplici azioni di ottimizzazione e riduzione degli scarti a investimenti tecnologici più importanti. Alla base dei nostri obiettivi quotidiani c’è l’implementazione di progetti di miglioramento continuo sia nei prodotti che nei processi. Ognuno dei Dipartimenti ha contribuito alla crescita e allo sviluppo delle aziende, lavorando in sinergia e in squadra. Abbiamo depositato due brevetti di prodotto: il primo Cornerless®, vincitore anche di numerosi premi tra cui l’Oscar dell’Imballaggio 2017 Sezione Ambiente e il secondo 1DERBOX® che ci ha permesso di aumentare le nostre conoscenze in termini di impianti e macchinari”.

 

Qual è l’aspetto che vi rende più orgogliosi del vostro modo di lavorare?
Senz’altro di aver saputo creare un entusiasmo contagioso nel nostro personale. Grazie alla nostra organizzazione, creiamo un ambiente favorevole all’ingresso dei giovani. Non ultimo, siamo promotori nel nostro territorio, di attività sociali e formative che riguardano le tematiche ambientali, la responsabilità sociale e sensibilizziamo i giovani al recupero e riciclo di carta e cartone”.

 

La Sfida di Sada per i prossimi cinque anni?
“Certamente Industria 4.0 e la digitalizzazione dei processi”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here