Grafiche Tamburini, sempre un passo avanti!

0
209

Fatturato in crescita e incremento dei dipendenti per il service che è sempre più apprezzato da aziende italiane e internazionali. Tutto ciò ponendo il rispetto per l’ambiente tra le priorità essenziali. Intervista a Simone Tamburini, AD della società toscana

 

 

aziendaIn Italia esistono molte leggi per la tutela dell’ambiente, ma molto pochi sono coloro che lo rispettano veramente e lo pongono in cima alle loro priorità. Ne segue un quadro nazionale disomogeneo da cui fortunatamente emergono realtà di vera eccellenza che costituiscono la reale speranza per il futuro. Grafiche Tamburini, azienda leader in Italia per la stampa flessografica, ha intrapreso da tempo la via del rispetto dell’ambiente facendone il proprio biglietto da visita, evidenziando anche a livello internazionale la cura che ripone in ogni aspetto del proprio lavoro. Ne parliamo con Simone Tamburini, titolare dell’omonima ditta, che si occupa di stampa, prima zincografica e poi flessografica.

 

 

 

A tu per tu con Simone Tamburini, AD di Grafiche Tamburini

 

Quando e come è nata la sua azienda?

ESKO“La nostra azienda è nata quasi 50 anni fa ad opera di mio padre Umberto, ed era dedicata alla produzione di matrici di stampa di tipo zincografico”.

 

 

Il motto “sempre un passo avanti” è nato allora? Come si riflette nella vostra realtà aziendale?

“Si, è da sempre la nostra filosofia aziendale! In un ambiente, quello della stampa FLEXO, che è in continuo sviluppo, possiamo soddisfare pienamente la nostra clientela solo con miglioramenti tecnologici costanti e i nostri investimenti sono da sempre una chiara dimostrazione del nostro impegno per soddisfare e superare le aspettative dei nostri clienti”.

 

 

Quali sono le esigenze specifiche dei vostri clienti e che tipo di servizi offre Grafiche Tamburini per rispondere a esse?

GTHD“Sicuramente la qualità di stampa: tinte unite più efficaci, colori accesi, testi nitidi, immagini dai dettagli ben definiti e sfumature omogenee sono alcune tra le caratteristiche più richieste. In Grafiche Tamburini abbiamo le migliori attrezzature disponibili sul mercato per la produzione di maniche. Siamo gli unici in Italia a produrre lastre FULL HD a 4000 ppi abbinando la tecnologia ESKO con il processo produttivo Dupont Digiflow/Digicorr e per il lavaggio con i processori DuPont™ Cyrel® 3000 PS, in grado di esporre lastre fotopolimeriche di alta qualità fino al formato di 1.270 x 2.030 mm”.

 

 

 

 

Più in generale, quali sono i vostri punti di forza?

gtsleeve“Sicuramente l’esperienza maturata negli anni, i clienti soddisfatti e la certificazione UNI EN ISO 9001 sono un buon biglietto da visita. Ma la nostra forza è quella di dare un servizio globale a 360 gradi, che va dalla consulenza, alla grafica, alla realizzazione di impianti stampa FULL HD, sleeve di qualsiasi misura, dalle più semplici GT SPEEDY alle più complesse GT HQ SPEED (anche antistatiche), sleeve con polimero DUPONT o FLINT di ultima generazione (GT COMBI) fuso per creare stampe in continuo senza interruzioni e arrivare a risoluzioni di stampa senza paragoni con altri tipi di materiali, sleeve in continuo e rulli in alluminio o acciaio anche cromato e su richiesta anche con profili certificati e radiografati all’origine. Per meglio comprendere le nostre potenzialità , vi invito a visitare il nostro rinnovato sito internet, www.grafichetamburini.com, dove potrete verificare in maniera più approfondita i nostri servizi e i nostri prodotti”.

 

 

 

“Sempre un passo avanti” anche nella tutela dell’ambiente?

“Fin dagli inizi la politica ambientale della nostra azienda si poneva come obbiettivo prioritario la riduzione sia della quantità che della pericolosità dei rifiuti prodotti, questo in maniera più efficace rispetto ai metodi normalmente in uso allora. Naturalmente all’inizio è stata una sfida, accolta grazie a una sensibilità diversa riguardo certi temi, ma adesso possiamo dire che il rispetto per l’ambiente è diventato un driver del nostro business, al pari delle molte altre tecnologie che usiamo in fase produttiva”.

 

 

 

Quali sono i sistemi che adottate per avere un’azienda ecocompatibile?

post_combustore“Abbiamo fatto una scelta senza compromessi, canalizzando tutti i fumi dei solventi impiegati nell’attività di produzione in un post-combustore, il quale mette in atto processi di ossidazione termica dei flussi gassosi che contengono inquinanti organici di tipo volatile. Tali processi, che avvengono tramite un catalizzatore a 400 gradi, sono in grado di mutare i componenti inquinanti in sostanze completamente innocue per l’ambiente, come l’anidride carbonica o il vapore acqueo. In questo modo abbattiamo le sostanze nocive ben oltre quanto previsto dalle vigenti normative italiane ed europee”. Pensa che sarà possibile sensibilizzare ulteriormente il vostro settore in questo senso? “I sempre più pressanti problemi e timori collegati alla tutela ambientale, suscitano una maggiore attenzione della pubblica opinione rispetto al passato verso l’effettivo senso di responsabilità delle aziende nei confronti della collettività. Questo, unito alla crescente sensibilità ambientalista che stimola in tutti noi la volontà di conoscere il comportamento dei produttori in tema di ecologia, ci fa davvero sperare che sia possibile”.