Ghelfi Ondulati sceglie ancora la stampa digitale

0
832

Lo scorso dicembre operatori italiani e stranieri hanno assistito a una dimostrazione di stampa della HP PageWide T400S, arrivata lo scorso maggio, e già in produzione. Accanto la HP PageWide T1100S, installata la scorsa estate a Buglio in Monte (SO), sede di Ghelfi Ondulati

Nel 1952 Giuseppe ed Elsa Ghelfi fondano Ghelfi Ondulati che si specializza nella progettazione e produzione di imballaggi in cartone ondulato. Oggi l’azienda, che genera un fatturato di 70 milioni di euro (di cui il 20% all’estero), è riconosciuta fra le società leader nel mercato dell’imballaggio di qualità e di grande impatto visivo per il settore dell’ortofrutta. Qualità, affidabilità, competenza e servizio al cliente sono le credenziali con le quali l’azienda si presenta a un mercato sempre più esigente e competitivo: l’impegno dei 130 dipendenti è volto a soddisfare pienamente le aspettative dei suoi clienti. Ghelfi Ondulati è alla continua ricerca e si dedica allo sviluppo di soluzioni innovative di imballaggio che meglio si adattino all’evoluzione dei mercati. E i risultati di questa filosofia sono i tanti brevetti di imballaggi che l’azienda ha introdotto: la famiglia Geasy, scatole americane che si trasformano in espositori da scaffale, e diventano degli Shelf Ready Packaging; il sistema Esa no-crush realizzato associando a un vassoio tradizionale una coppia di rinforzi angolari di testata che garantiscono elevate prestazioni di resistenza con costi contenuti; il contenitore Sila, un vassoio per frutta che assicura una perfetta aerazione fra le confezioni pallettizzate; Maxi Bin in cartone ondulato, in alternativa ai bin in legno e cartone; Epi-Pal, un bancale in cartone ondulato; Esa, imballo a ridotto impatto ambientale; Milla, contenitore dalla particolare forma ottagonale.
Nel corso della nostra visita all’azienda, oltre alle due soluzioni di stampa digitale HP, abbiamo visto l’ondulatore in continuo che accoppia le varie carte ottenendo una bobina continua di cartone ondulato tagliando i fogli nel formato desiderato; una macchina da stampa flexo, e i vastissimi magazzini.

Digitale: l’unica scelta per pensare fuori dagli schemi e essere liberi
Per Ghelfi Ondulati, che pochi mesi fa usava solo la stampa flessografica, scegliere di dotarsi di una, oggi due, soluzioni di stampa digitale, è stata una decisione oculata e ponderata che le permette di migliorare il time-to-market e allo stesso tempo di instaurare con HP una partnership affidabile e strategica che durerà nel tempo. Ghelfi Ondulati è il primo cliente HP in Europa che ha installato la HP PageWide T400S e la HP PageWide T1100S. “Dopo attenta analisi dei fornitori di sistemi di stampa digitale per il cartone ondulato siamo rimasti colpiti dalla leadership tecnologica di HP e dal suo impegno in questo settore. In un mercato che cambia rapidamente le sue richieste in termini di quantità e qualità, la stampa digitale era l’unica che poteva metterci in grado di rispondere alle nuove esigenze, cioè tirature ridotte a costi ridotti, possibilità di cambiare velocemente lavoro, riuscire a gestire più lavori senza problemi, qualità di stampa eccellente e personalizzazione. In altre parole mantenere la produttività garantita dall’analogico ma con l’agilità e la velocità della stampa digitale. Ogni scatola può essere personalizzata e inoltre possiamo stampare anche codici di sicurezza o promozionali, così è come se producessimo dei dati con intorno del cartone, che quindi non è più un prodotto povero ma con un elevato valore aggiunto”, afferma Giuseppe Ghelfi, business development di Ghelfi Ondulati.

Da sinistra Luca Simoncini con Giuseppe Ghelfi

Luca Simoncini, responsabile progetto digitale di Ghelfi Ondulati aggiunge: “Ci siamo resi conto che era giunto il momento di cambiare mentalità, infatti quando abbiamo scelto la HP PageWide T400S e poi la HP PageWide T1100S non volevamo solo delle macchine ma un nuovo modo di pensare la stampa. Siamo convinti che la stampa digitale stravolgerà la stampa su cartone ondulato e abbiamo voluto essere i primi a poterla offrire ai nostri clienti. E stampare in digitale ci permette anche di essere coerenti con il nostro impegno per la sostenibilità: infatti le due soluzioni HP usano inchiostri HP all’acqua senza solventi. Questo è un segnale che conferma il nostro legame con il territorio dove viviamo e produciamo, dove la tutela dell’ambiente è importantissima”.
Infatti gli inchiostri per macchine da stampa a bobina HP A50 PageWide sono conformi agli standard normativi e del settore per quanto riguarda gli imballaggi alimentari basati su carta per il contatto indiretto. HP offre una serie di dati provenienti da studi di migrazione eseguiti nei laboratori interni e di terze parti che possono essere presi in esame con i trasformatori di imballaggi o i loro clienti.

HP PageWide T400 S
La soluzione per imballaggi ondulati a getto d’inchiostro HP PageWide T400S consente di risparmiare sui costi e garantisce maggiore versatilità, produttività e qualità ai trasformatori di imballaggi ondulati. È progettata per essere conveniente anche per tirature di decine di migliaia di confezioni. Consente di produrre tirature basse o stack con fogli opzionali, senza la necessità di preparazione tra i lavori. Grazie al vantaggio della scalabilità è possibile passare alla produzione di imballaggi ondulati in grandi volumi e ottimizzare i costi, ottenendo al contempo risultati di ottima qualità, migliorando l’efficienza dei processi e la gestione dell’inventario dei prodotti finiti. La massima velocità di stampa è 183 m/min o 11.640 mq/ora e la larghezza di stampa è 1060 mm. La collaudata tecnologia delle testine di stampa HP Scalable Printing Technology (SPT) offre una risoluzione nativa di 1200 ugelli per pollice. L’agente legante e di primerizzazione HP garantiscono una maggiore versatilità nella stampa con liner ondulati standard non patinati e patinati, e grammature che variano tra i 60 e i 350 g/m, anche molto sottili e riciclati.

HP PageWide T1100S
La macchina è entrata in produzione alla fine del 2016, ed è in grado di trasformare completamente il processo produttivo grazie all’architettura HP Multi-lane Print Architecture (MLPA), che consente di stampare scatole di dimensioni variabili su tutta la bobina; inoltre consente agli utilizzatori di utilizzare tutta la larghezza dell’ondulatore con una piattaforma PageWide da 2,8 m; la velocità è di 30.600 mq/ora o 183 m/min; naturalmente permette di aggiungere codici di sicurezza integrati, codici a barre o altri dati variabili grazie alle funzionalità di elaborazione per dati variabili.
Mentre l’attuale stampa analogica si limita a stampare copie multiple di uno stesso design di confezione (perciò tutte le confezioni sono identiche e delle stesse dimensioni), con l’architettura MLPA si introduce un importante cambiamento nella produzione di cartoncino ondulato. HP MLPA divide la bobina in varie corsie di stampa, per stampare diversi lavori con diverse dimensioni delle confezioni e diverse tirature. È possibile inserire e stampare contemporaneamente diverse tirature brevi o brevissime, senza la necessità di preparazione tra i lavori, mentre in un’altra corsia viene stampato un lavoro a tiratura lunga. Quindi HP MLPA consente di ottenere una personalizzazione conveniente degli imballaggi ondulati, per soddisfare la richiesta di stampe a tiratura breve senza dover creare un inventario. Si stampa solo ciò che è necessario quando è necessario.

I partner di HP
HP ha sviluppato rapporti di collaborazione per completare al meglio le sue soluzioni di stampa.
Harris & Bruno ha fornito il sistema di verniciatura per la HP PageWide T400S: la vernice di sovrastampa applicata aumenta la versatilità del supporto e protegge la stampa; l’unità di verniciatura, concepita per agenti primerizzanti sviluppati da HP per supporti patinati e vernici post print all’acqua di terze parti, utilizza tecnologia a camera/anilox e assicura una copertura uniforme.
MTorres produce sbobinatori con controllo di tensione, giuntatrici e ribobinatrici con capacità di caricamento e gestione automatici per diverse industrie di trasformazione, tra cui quella del packaging su ondulati. Per la HP PageWide T400S ha sviluppato una giuntatrice automatica e un’unità di riavvolgimento a torre.
ColorGATE ha creato HP Smart Stream Packaging Color Studio, una soluzione completa per la gestione del colore in prestampa e di prova per la HP PageWide T400S e la HP PageWide T1100S, sviluppata specificatamente per il cartone ondulato.
Weko, esperta nella creazione di sistemi di ri-umidificazione della carta, ha messo a punto Weko WebCon 42”S per la HP PageWide T400S, per conferire alla carta la sua originale umidità e flessibilità e quindi migliorando la qualità e la planarità della carta.
Conprinta fornisce soluzioni di verniciatura e ha sviluppato per la HP PageWide T400S o T1100S un’unità di verniciatura con tecnologia a nastro per l’applicazione rapida, produttiva e sicura di vernici sovrastampa spot.