Fusion Topliner di Sappi offre la massima qualità per ampliare le opportunità dei brand owner e differenziare l’offerta sul mercato

0
413

Grazie all’appeal estetico e all’elevata qualità di stampa garantiti da Fusion Topliner patinato di Sappi, i proprietari di marchi innovativi potranno migliorare il loro impatto sul mercato innalzando il proprio messaggio di marketing.

 Fusion Topliner di Sappi consente ai proprietari di marchi di reinventare il proprio approccio alla stampa per creare le applicazioni più svariate, tra cui imballaggi pronti per gli scaffali, cartelli vetrina , litografia prestampata, flessografia e shopping bag alla moda. Qualche anno fa, il mercato del liner per cartone ondulato comprendeva due possibili applicazioni: kraftliner, ottenuto da materie prime di alta qualità e contenente solo una minima percentuale di carta riciclata, e testliner, realizzato quasi esclusivamente con carta riciclata.
Sappi ha sviluppato Fusion Topliner come alternativa al testliner, il liner più utilizzato per il cartone ondulato. Questo Topliner patinato di Sappi costituito al 100% di fibra vergine, bianco con patinatura doppia su un lato, si distingue per la uniformità qualitativa della superficie e per la straordinariamente ampia possibilità di  riproduzione cromatica offerta dalla brillantezza del suo bianco, per un impatto a scaffale e una differenziazione del marchio eccezionali.
Oltre a soddisfare i requisiti per la sicurezza dei prodotti alimentari, l’impiego di fibre vergini sbiancate garantisce la stessa resistenza dei testliner con un minor peso al metro quadro. Inoltre, la struttura delle fibre ottimizzata fa sì che i bordi piegati garantiscano una ottima tenuta senza evidenziare crepe.
Inoltre, i trasformatori possono risparmiare tempo e denaro. Grazie alla funzionale patinatura sul retro di Fusion Topliner la colla viene assorbita in modo uniforme e se ne consuma di meno. Ciò riduce i costi e i tempi di asciugatura e garantisce un’eccellente planarità.
La soluzione offre inoltre vantaggi in termini di efficienza energetica e di resa anche con grammature più leggere. La sicurezza dei prodotti alimentari, soprattutto in combinazione con le barriere funzionali, è un altro vantaggio che si ottiene usando fibre vergini.
Un’azienda che ha scoperto di recente i benefici di questa soluzione è la sudafricana Corruseal Corrugated, che ha realizzato l’imballaggio per Typek, una carta prodotta da Sappi per il mercato consumer. Lo ha fatto usando il suo processo di post-stampa flessografica, cioè quando il liner viene stampato e poi applicato al cartone ondulato. Questo processo consente di stampare basse tirature in modo più conveniente e flessibile.
Corruseal Corrugated ha scelto Fusion Topliner per incrementare la qualità di stampa dell’imballaggio secondario. Questo il commento del direttore generale Roland Cook: “Abbiamo provato Fusion Topliner per un confronto con un materiale utilizzato in precedenza e siamo rimasti colpiti dai risultati. Grazie alla sua eccezionale qualità, ora intendiamo aggiungere Fusion Topliner al nostro portfolio per vendita al dettaglio e punti vendita e consigliarlo ai brand owner per cui lavoriamo.”
Bernd Gelder, responsabile Sappi dei prodotti in cartone per imballaggi, aggiunge: “Se si tiene conto del costo totale di proprietà (TCO), Fusion Topliner è un’interessante alternativa al testliner e offre un notevole vantaggio competitivo tanto al produttore quanto all’acquirente di prodotti ondulati. I risparmi sui costi ottenuti grazie al peso ridotto, al minore consumo di colla, alla produzione più efficiente e ai costi di trasporto più bassi sono veramente significativi”.
Fusion Topliner è disponibile in grammature da 135g/m2, 160g/m2 e 180g/m2.  Offre proprietà di resistenza eccellenti (ad esempio SCT, forza di compressione) paragonabili a quelle dei kraftliner. Un ottimo vantaggio è rappresentato dal peso, grazie alla grammatura ridotta che è possibile sfruttare con efficacia: per una grammatura di 115g/m2, Fusion Topliner ottiene gli stessi valori di resistenza di un testliner da 145g/m2. Inoltre, il vantaggio in termini di resistenza è di circa il 25-30%.
Con la post-stampa, i liner devono presentare meno cannettatre possibili dopo la laminazione. I test hanno inoltre mostrato che a grammature oltre i 115g/m2 Fusion Topliner offre ottimi risultati nel processo di post-stampa indipendentemente dal metodo di stampa scelto. Un altro aspetto da sottolineare è la capacità di stampare senza striature.
Fusion Topliner di Sappi è consigliato per applicazioni come gli imballaggi per beni di consumo di alta qualità dove è richiesta un’elevata qualità visiva e per cui sono preferibili imballaggi leggeri e un fluting sottile, ricorrendo a operazioni di post-stampa flessografica oltre alle tecnologie di stampa offset e digitale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here