Flexo day 2016: oltre 400 partecipanti per un’edizione da record!

0
391
pubblico
Oltre 400 i partecipanti al Flexo Day 2016

Premiati i vincitori del concorso BestinFlexo

Grande successo per l’edizione 2016 del Flexo Day, la giornata di approfondimento tecnologico dedicata alla flessografia che ha riunito lo scorso 23 novembre a Bologna oltre 400 operatori del settore

sante-conselvan-presidente-atif
Sante Conselvan, Presidente di Atif

“Una flexo per tutti”, questo il titolo della giornata moderata dal Presidente Gipea Alberto Quaglia.
Dopo i saluti iniziali del Presidente di Atif Sante Conselvan, la prima sessione è stata dedicata al colore, con le relazioni di Matteo Micheli (per Atif) che ha parlato di CxF/X, uno standard per la comunicazione digitale del colore, seguito dal primo relatore internazionale Steve Smiley (SmileyColor & Associates USA) che ha parlato di standard e metodi per una stampa a 7 colori, un trend in crescita per il settore flexo.
Luigi Barbareschi, Angela Conti e Giuseppe Maffè (per Atif) hanno chiuso la prima sessione con un interessante approfondimento dedicato al corretto utilizzo dei biadesivi e alle best-practice per ottenere risultati eccellenti, con semplici ma fondamentali accorgimenti.

La seconda sessione è stata aperta da Fabio Cavazzi di Sun Chemical, che in qualità di Gold Sponsor ha parlato di inchiostri all’acqua, ricerca e sviluppo e sostenibilità, seguito a ruota dal secondo Gold Sponsor Uteco, che si è affidata a Giuseppe Tripaldi, responsabile del Converdrome, la struttura di Uteco dedicata alla ricerca e sviluppo, che ha aggiornato la platea sulle varie tecnologie disponibili per una stampa sempre più eco-compatibile, dando la visione strategica di Uteco e confrontando i diversi sistemi disponibili e le differenti configurazioni macchina. A sorpresa anche un breve intervento di Aldo Peretti, Ceo di Uteco, che ha chiamato la platea, rappresentativa del panorama produttivo flessografico, a un maggior coinvolgimento nella sperimentazione, ricerca e sviluppo di nuove soluzioni per affrontare il mercato in chiave proattiva, e guidando le future necessità. “Certamente è più semplice aspettare che sia qualcun altro a proporre e sperimentare le novità, ma così facendo le aziende saranno sempre costrette a inseguire qualcuno che nel frattempo starà già pensando alla successiva innovazione”, dice Peretti.

Stefano Capelli sempre per conto di Atif ha spiegato come il trattamento delle emissioni in atmosfera delle aziende flessografiche possa essere trasformata in opportunità, se debitamente affrontata attraverso l’installazione di appositi impianti, che oltre a garantire il rispetto dell’ambiente e delle normative vigenti, può essere una valida soluzione per il recupero di energia termica per riscaldare gli ambienti di produzione a costi zero.

A chiudere la seconda sessione il contributo del secondo ospite internazionale, Jack van der Heiden di Clondalkin Flexible Packaging, leader mondiale nel settore degli imballaggi flessibili con un fatturato di circa 400 milioni di € che ha fornito la visione del suo gruppo in tema di soddisfazione delle esigenze e aspettative del cliente.

La terza e ultima sessione è stata aperta dal terzo Gold Sponsor di giornata, Kodak, che per voce di Mauro Lussignoli ha spiegato la tecnologia Flexcel NX che ha tra l’altro contribuito in maniera fondamentale alla vittoria di alcuni clienti all’edizione del Bestinflexo 2016.

Roel Seele, Presidente EFTA (associazione flessografica del Benelux), nonché imprenditore nel settore dell’imballaggio flessibile, con la sua relazione “Flexo: una love story” ha fatto venire gli occhi lucidi a molti in sala, ripercorrendo l’evoluzione di questo settore, dal 1987 ai giorni nostri.

Ha chiuso la giornata il contributo di Matteo Toppazzini, dell’omonimo scatolificio di famiglia, anch’egli con una presentazione dedicata alla stampa del cartone ondulato, dagli albori quando sul cartone ondulato si stampava solamente la scritta ALTO e FRAGILE, ai giorni nostri dove invece la qualità delle immagini, dei colori, delle lavorazioni nobilitanti, hanno dato del valore aggiunto a un prodotto che non è più solo conservazione e trasporto ma marketing e comunicazione.

“Siamo estremamente soddisfatti per questo grande successo in termini di partecipazione di pubblico e qualità delle relazioni. Il buon lavoro svolto da Atif non solo a livello nazionale ma anche internazionale, dalle aziende associate, dalle persone che quotidianamente si impegnano per far crescere questo comparto, trova poi la sintesi in giornate come queste nelle quali gli operatori hanno modo di incontrarsi fra loro, confrontarsi fra concorrenti, parlare coi clienti, e aggiornarsi sugli ultimi sviluppi di un settore che è sempre più protagonista nel mondo degli imballaggi”, dice Sante Conselvan a margine del Convegno.

Nel numero di gennaio/febbraio di Converter-Flessibili-Carta-Cartone pubblicheremo uno speciale sul Flexo Day 2016

Ecco una selezione di foto del Flexo Day 2016

I vincitori del Bestinflexo 2016

Il 22 novembre oltre 200 persone hanno partecipato alla serata di gala che ha visto la premiazione dei vincitori della seconda edizione dedicata alla qualità di stampa flessografica.

Ecco i classificati suddivisi per settori:

vincitori-bestinflexo-2016