Eco Air: soluzioni ecologiche per la pulizia nell’industria flessografica

996

Azienda giovane, e da pochi anni nel settore della stampa flessografica con i suoi prodotti ecologici appositamente studiati per la pulizia degli anilox, Eco Air è stata protagonista di una crescita importante negli ultimi anni. Dallo scorso gennaio Eco Air è rappresentata in Italia da Flexxo Printing Solution

La sede Eco Air a Mulazzano (Mi)

ECO AIR SRL è un’azienda chimica, con sede nel Sud Milano, fondata nel 1999, ma presente nel settore flessografico solo dal 2014 quando inizia a produrre detergenti specifici in conto terzi per aziende di settore italiane e non. Nel 2017 Eco Air viene acquistata dal nuovo Amministratore Delegato Edoardo Fonti, il quale decide di cambiare drasticamente il progetto e il modo di lavorare dell’azienda; nel 2018 Eco Air apre i settori della detergenza e igienizzazione nel mondo della produzione alimentare e crea una nuova linea “FLEXO CLEANING SOLUTIONS”, detergenti per la pulizia degli inchiostri e delle colle per il mondo della flessografia, questa volta introducendo il proprio marchio nel settore. Nel corso dell’anno 2018 Eco Air partecipa a diverse fiere internazionali come: PRINT FOR ALL a Milano, INDOPRINT a Jakarta, ALL IN PRINT a Shangai. Nel 2019 l’azienda, nel frattempo cresciuta, si trasferisce a Mulazzano in provincia di Lodi e si certifica come ISO:9001 per la qualità. Viene inoltre aperta una filiale in Brasile con sede a San Paolo, per seguire direttamente il mercato del Sud America.
A gennaio 2020 Eco Air ha firmato un contratto diretto di agenzia in Italia con la società Flexxo printing solution di Massimo Gionta, che vanta un esperienza di 25 anni nel mondo flessografico.
L’esplosione del coronavirus non ha trovato impreparata Eco Air, e il suo reparto interno di ricerca e sviluppo, che stanno vivendo mesi molto intensi, nei quali affidarsi al partner giusto può mettere al riparo da spiacevoli sorprese. Ne parliamo con Edoardo Fonti.

 

A TU PER TU CON EDOARDO FONTI, TITOLARE DI ECO AIR

Edoardo Fonti, titolare Eco Air

Da cosa è composta oggi la vostra offerta?
“Eco Air offre una linea completa e consolidata di prodotti testati da molti costruttori di macchine, anilox e cliché. La gamma è composta da soluzioni per la pulizia dei circuiti di alimentazione dell’inchiostro, dalla pulizia manuale degli anilox ai detergenti per le macchine ad alta pressione e ultrasuoni, fino ad arrivare alla pulizia dei cliché sia in macchina che non, e soluzioni per la pulizia degli inchiostri a base acqua, base acqua con catalizzatore, agli inchiostri a solvente e UV fino ad arrivare alle colle.
Abbiamo cercato di sviluppare e inserire sul mercato una gamma che semplificasse il lavoro degli operatori; questi prodotti secondari nel processo produttivo grazie alla ricerca di qualità nella stampa stanno diventando sempre più importanti e strategici.
La gamma è molto compatta, abbiamo lavorato su prodotti che svolgessero più funzioni, ma con prestazioni elevate. Siamo stati molto attenti alla selezione delle materie prime, sia per la salvaguardia dei macchinari, delle componentistiche ma soprattutto agli operatori, che quotidianamente devono maneggiare questi prodotti. Le esalazioni di alcuni prodotti possono essere nocive o molto fastidiose, altre invece sono corrosive e irritanti a contatto con la pelle; i nostri prodotti sono a pH neutri, o leggermente alcalini, non superato i 10.5, sono prodotti senza VOC e sono esclusi dal trasporto in ADR (trasporto merci pericolose su strada)”.

Quali sono i vostri mercati di riferimento?
“Vantiamo diversi distributori nel mondo anche se siamo sempre alla ricerca di nuove partnership con cui ampliare il nostro mercato. Sicuramente i nostri mercati di riferimento sono Italia, Sud America e la Cina. Stiamo creando delle strutture solide con una rete commerciale organizzata in modo da servire al meglio i nostri clienti. In Italia grazie alla recente collaborazione con Flexxo vantiamo tre agenti che coprono l’intero territorio da nord a sud, in Sud America grazie alla filiale Eco Air Brazil abbiamo una rete commerciale composta da 24 agenti che coprono quasi l’intero territorio e in Cina abbiamo un distributore diretto con sede a Shangai che ormai già dal 2018 rivende i nostri prodotti sul territorio asiatico”.

Parliamo del vostro reparto interno di Ricerca e sviluppo?
“Investiamo molto nella ricerca e sviluppo di nuove soluzioni, il nostro R&D è il cuore dell’azienda. Da tre anni studiavamo una soluzione innovativa per la pulizia istantanea dei cilindri anilox, e con orgoglio posso ufficializzare che Shark Eco è la nostra nuova “chicca”; abbiamo deciso di lanciarla sul mercato proprio quest’anno, anche se alcuni nostri clienti fidelizzati hanno già testato e stanno già utilizzando questo prodotto. Non è stato facile, la pulizia degli anilox rimane ancora oggi una delle cose più importanti per le aziende di stampa; avere a disposizione un prodotto, pratico, non pericoloso ma con un pH di 7.5, che riesce a garantire una pulizia dell’anilox in solamente 30 secondi e per tutti i tipi di inchiostri è un grande passo avanti”.

Cosa avreste presentato a Drupa? Presenterete ugualmente i nuovi prodotti?

dav

“Avevamo deciso di presentare proprio lo Shark Eco, e senza farci prendere dallo sconforto per lo slittamento al 2021 di Drupa, abbiamo creato dei filmati che trasmettessero all’operatore l’efficacia e la praticità di questo prodotto, che verrà lanciato sul mercato ma con strategie differenti, con una presenza su riviste di settore come Converter, siti internet e la forza dei nostri commerciali, che ancora una volta ringrazio perché chiamati a svolgere un’attività di promozione con restrizioni difficili. Come Eco Air abbiamo anche deciso di investire in campionature da dare ai nostri clienti e potenziali clienti in modo che potessero visionare e provare in prima persona l’efficacia”.

Come state affrontando questo periodo di emergenza?
“È un periodo difficile per tutti, da amministratore della Eco Air ringrazio tutto il nostro personale, che nonostante il periodo non ha mai smesso di lavorare, continuando a garantire i prodotti ai nostri clienti senza ritardi e problemi. Rientrando in quella filiera di aziende chimiche fondamentali non abbiamo mai chiuso la produzione, il settore del packaging e del mondo della detergenza e igienizzazione industrie produzione alimentare non si sono mai fermati, anzi credo abbiano aumentato la produzione. In azienda ci siamo adattati, riusciamo a garantire una distanza tra i vari operatori sia in produzione che in magazzino; igienizziamo ogni giorno tutti i banchi da lavoro e i macchinari come muletti, miscelatori eccetera, idem per uffici e spogliatoi”.

Quali prospettive per i vostri settori di riferimento?
“Come già detto, ci tengo molto a incrementare il bacino di clienti nel mondo flexo, siamo molto ambiziosi, penso che potremmo migliorare molto i processi di pulizia di diversi clienti, che a oggi magari utilizzano ancora prodotti non innovativi e poco pratici, di conseguenza investiremo sempre di più nella forza commerciale e nel marketing in modo da portare sempre alla conoscenza della nostra gamma prodotti”.

Progetti futuri?
“Con Massimo Gionta, grazie alla sua esperienza stiamo costruendo un business plan per la selezione di nuovi partner esteri in modo da ricoprire nuovi territori con agenzie serie e qualificate”.