Diaven: partnership prestigiose e automatizzazione dei processi per una produzione sempre più industrializzata

0
335
Da sinistra: Filippo e Ira Nicoletti (Diaven) con Mario Castelli (DuPont)

Vincitore di un oro al BestinFlexo 2017 insieme a Gamma Pack e del terzo posto al FTA Europe, Diaven, a poco più di un mese dall’edizione 2018 alla quale parteciperà nuovamente, ha aperto le porte per raccontare il proprio percorso di crescita incentrato su un flusso di lavoro automatizzato CERTIFICATO ISO9001:2015 perché anche in una piccola azienda è assolutamente necessario essere efficienti…
“Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme un successo”, è il celebre motto di Henry Ford che campeggia sul rinnovato sito web di Diaven, azienda di Mogliano Veneto (Tv) specializzata in servizi per il packaging e prestampa flessografica dal 1980 grazie all’intraprendenza del Sig. Giuliano Nicoletti, il quale già da alcuni anni ha affidato la sua creatura nelle sapienti mani dei figli Ira e Filippo. Con grande passione e determinazione, Ira e Filippo guidano una squadra giovane, motivata e preparata di circa 20 operatori suddivisi fra le due realtà: Diaven grafica e design Snc che si occupa di ideazione grafica e preparazione file per il mondo flexo, e Diaven Srl che invece si dedica alla produzione di impianti stampa flessografici per imballaggi flessibili, etichette, cartone ondulato per il settore alimentari e imballaggi industriali e fustelle piane e rotative.
Diaven per struttura e dimensioni rientra nella categoria delle piccole e medie aziende, e come ci conferma Ira Nicoletti, questa è una scelta ben precisa: “Abbiamo deciso di non aumentare l’organico e la nostra struttura, puntando invece alla massima efficienza e flessibilità con investimenti in formazione del personale, tecnologie produttive, automatizzazione dei processi e ricerca&sviluppo, dove investiamo circa il 10% del nostro fatturato, perché vogliamo offrire ai nostri clienti il meglio di quanto oggi sia possibile reperire sul mercato, poter offrire un servizio differenziato e personalizzato al cliente che supportiamo sin dalla progettazione dell’ordine al post vendita. Siamo quindi piccoli, ma estremamente dinamici, flessibili e abbiamo al nostro interno tutto il necessario perlavorare con le piccole aziende, con grandi multinazionali e, ultimamente, sempre più con i print buyer”, dice Ira Nicoletti, che poi illustra quello che ritiene essere, a ragione, una propria chicca alla base dei successi che Diaven è riuscita a perseguire in questi anni. “Attraverso la sinergia tra le migliori tecnologie e il prestigio della nostra esperienza, perseguiamo l’obiettivo del benessere fondato sul lavorare sicuri del risultato”.
Crediamo molto nello scambio delle informazioni e nella rilevanza del dato, sia al nostro interno, che con i clienti, e per questo da ormai 14 anni lavoriamo al costante sviluppo di un nostro sistema gestionale proprietario che ci sta dando moltissime soddisfazioni. Non esiste sul mercato dei software oggi un gestionale come il nostro, che è stato progettato tenendo in considerazione le esigenze produttive tipiche del service, con indicizzazione delle categorie merceologiche di riferimento e di tutti i prodotti che vengono stampati coi nostri cliché, il tutto perfettamente integrato nel workflow Automation Engine di Esko.
Siamo arrivati a questo dopo oltre 14 anni di sviluppo, avendo chiaro le potenzialità che potevamo sviluppare dice Ira, confermando che nei prossimi anni gli investimenti principali di Diaven saranno rivolti proprio al progresso della digitalizzazione e dell’automazione dei processi produttivi per il miglioramento continuo.

 

Diaven-DuPont-Gamma Pack: una partnership vincente!

Ul lavoro premiato al BestinFlexo 2017 con la seguente motivazione di giuria: “per la pulizia e nitidezza dell’immagine, l’ottimo bilanciamento cromatico, l’elevato livello nei pieni e l’uniformità della densità. Registro eccellente.

Diaven, membro di Atif da alcuni anni, partecipa attivamente alla vita associativa tanto che Ira Nicoletti è stata eletta recentemente nel Collegio dei Probiviri.
Lo spirito che anima questa azienda, perfettamente in linea con il motto di Henry Ford citato in apertura, ha già portato a ottenere prestigiosi risultati. Diaven infatti insieme allo stampatore Gamma Pack di Langhirano (Pr) ha conquistato il gradino più alto del podio al concorso BestinFlexo del 2017 nella categoria Film Banda Larga grazie alla pulizia e nitidezza dell’immagine, l’ottimo bilanciamento cromatico, l’elevato livello nei pieni, uniformità della densità e registro eccellente, un lavoro nel quale hanno avuto un ruolo da protagonista i fotopolimeri flessografici DuPont.
Gamma Pack è oggi una realtà consolidata, nel mondo dei produttori di packaging a barriera per il settore alimentare, un organico di circa 70 persone per un fatturato di 20 milioni di €. “Il nostro principale core-business è rappresentato dalla co-estrusione di nylon-politene per la produzione di buste per il confezionamento sottovuoto e film flessibile per la termoformatura, senza trascurare il settore altrettanto importante della laminazione di differenti materie prime fino a 4 strati, a barriera e non, personalizzati con stampa flessografica fino a 8 colori”, ci racconta Francesca Grossi, responsabile commerciale di Gamma Pack.
A Michele Carpanese, responsabile del reparto di stampa, accoppiamento e taglio, abbiamo invece chiesto quali sono le caratteristiche che più apprezzano delle lastre DuPont fornite da Diaven: “Il lavoro premiato al BestinFlexo è stato stampato con la lastra DPR Full HD DuPont. Per noi questo è lo standard da utilizzare in tutti i lavori, poiché dà ampie garanzie per qualità e durata nel tempo della lastra, poco soggetta a usure e fortemente resistente sia ai solventi degli inchiostri che a quelli utilizzati per il lavaggio. Collaboriamo con Diaven da molti anni e mi sento di affermare che siamo cresciuti insieme, sviluppando le tecnologie che oggi stiamo utilizzando. Apprezziamo in particolare la loro grande disponibilità e quella voglia di cercare sempre soluzioni innovative per dare a noi quel qualcosa in più che ci ha consentito di vincere questo premio”.
La macchina sulla quale è stato stampato il lavoro è una Fischer&Krecke FP15S 8 colori del 2010 dotata del sistema di pressione automatico GPS. I materiali normalmente impiegati da Gamma Pack sono sleeve Rossini, anilox Apex e Praxair, biadesivo Tesa serie 7. Per quanto riguarda gli inchiostri, l’azienda utilizza prodotti in pura resina poliuretanica forniti da Siegwerk e Kao-Chimigraf, che risultano altamente performanti per i successivi passaggi di sterilizzazione, ma la cui gestione in stampa può essere decisamente complicata per via del fatto che essendo dei prodotti che tendono a filare, possono rappresentare dei problemi soprattutto per quanto riguarda la stampa dei punti minimi.

 

DuPont: un rapporto di consulenza oltre i fotopolimeri
Collaborazione col cliente da un lato, ma anche e soprattutto con i fornitori di tecnologie e materie prime dall’altro, con DuPont, storico fornitore di Diaven da oltre 25 anni per quanto riguarda i fotopolimeri flessografici, la cui gamma qui viene utilizzata quasi completamente a seconda delle varie esigenze produttive.
“Oggi il 98% della nostra produzione è realizzata con fotopolimeri DuPont Cyrel® poiché apprezziamo la qualità dei prodotti che ci garantiscono una costante qualità e riproducibilità dei lavori, in abbinamento a un servizio tecnico e di consulenza che non ha eguali sul mercato, e che tante volte esula anche quelli che sono gli ambiti specifici di DuPont. Sappiamo di poter contare sulla presenza di un partner che ci supporta internamente ma anche se necessario presso i clienti stampatori e anche se siamo una piccola realtà, nel corso degli anni è capitato di essere state fra le prime aziende a testare dei nuovi prodotti lanciati sul mercato da DuPont”, dice Filippo Nicoletti che si occupa della parte commerciale.
Da qualche tempo Diaven ha iniziato a utilizzare le nuove lastre Easy DuPont, particolarmente apprezzate nella stampa di altissima qualità, grazie a una maggiore riproducibilità della gamma tonale, specialmente sulle alte luci, garantendo una flessibilità maggiore per quanto riguarda l’esposizione e l’incisione in quanto già dotata del punto piatto.
“Diaven è stata una fra le prime aziende italiane a testare le nuove lastre Cyrel® Easy, prodotte senza alcun processo di laminazione, e utilizzabili sia con lo sviluppo termico che a solvente. Queste lastre per essere prodotte non necessitano di un cambio del flusso di lavoro e vengono proposte in due tipologie: una con la superficie liscia per tecnologia con microcelle e la seconda con superficie strutturata per un elevato trasferimento dell’inchiostro senza l’utilizzo delle microcelle, caratteristica questa che rende il processo di produzione più veloce. Questa gamma di lastre offre allo stampatore una serie di vantaggi che incrementano la qualità dei lavori e la produttività. Pensiamo all’aumento di densità tonale con pressioni di stampa ridotte al minimo, l’impiego di biadesivi soft, un aumento del punto ridotto e riproducibilità eccellente nelle alte luci e nei tratti fini”, conclude Mario Castelli, Sales Manager DuPont.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here