Da Praxair un’arma in più contro lo “scoring-line”

0
444

Le finissime righe presenti sull’anilox, e normalmente definite dalla comunità flessografica come “score line”, sono un incubo per tutti gli stampatori, in quanto sono immediatamente visibili sul prodotto stampato e sono difficilmente removibili.
Studi approfonditi hanno dimostrato che le cause scatenanti sono varie e di diversa origine, come da diagramma fishbone sotto riportato.
A conclusione di un progetto di sviluppo congiunto con Uteco, iniziato nell’Aprile 2016, la divisione R&D dello stabilimento Printing Praxair Surface Technology di Novara, ha messo a punto un prodotto altamente resistente e performante contro questo fenomeno.
L’unione di un rivestimento Ceramico compatto e resistente, e di uno speciale processo di incisione laser di ultima tecnologia, ha permesso la creazione di un prodotto altamente resistente al fenomeno delle score lines.
Uteco ha contribuito all’attività di sviluppo mettendo a disposizione la sua grande esperienza e le sue più innovative tecnologie per testare il prodotto nelle condizioni più critiche di lavoro.
La sinergia tra questi due grandi attori del mercato flessografico ha portato alla creazione e successiva divulgazione del prodotto anilox Praxair denominato SLR (Score Line Resistant).
I test di resistenza eseguiti presso il Converdrome di Uteco sono stati in seguito validati in produzione presso stampatori che hanno confermato lo ottime prestazioni del nuovo prodotto SLR.
La nuova tecnologia fa parte delle incisioni standard a 60°, quindi non necessita di alcun test di trasferimento e non richiede cambiamenti nel settaggio della macchina da stampa.
La migrazione verso SLR è semplice e immediata.
Praxair è presente  in sette stabilimenti al mondo ed il  prodotto SLR è disponibile in ognuno di essi. I  tecnici di Praxair e Uteco sono eventualmente disponibili  a fornire tutte le informazioni aggiuntive che possano servire sul nuovo prodotto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here