Da Agfa in arrivo la versione 11 di Apogee

0
614

Un flusso di lavoro affidabile e in linea con le esigenze di un mercato in continua evoluzione rappresenta una risorsa estremamente preziosa per gli stampatori. Già dotato di funzionalità uniche come hub produttivo, Apogee punta ancora più in alto con la versione 11, automatizzando tutte le attività di prestampa. Grazie alla compatibilità con vari prodotti, la nuova versione garantisce un’efficienza sempre maggiore, mentre l’integrazione con PressTune risponde all’approccio ECO³ di Agfa Graphics, focalizzato sui principi di ecologia, economia ed estrema comodità.

 

Efficienza di stampa e unione degli ordini
Apogee v11 offre un meccanismo che consente di unire i lavori di stampa in maniera intelligente al fine di ottimizzare i tempi di stampa, tenendo sempre traccia di ogni singolo ordine. Grazie a questa nuova funzionalità, Apogee risponde alle esigenze degli stampatori che sempre più spesso si trovano a lavorare con tirature ridotte, che devono essere conciliate con la necessità di mantenere l’efficienza delle macchine da stampa a livelli tali da assicurare margini sostenibili.
Unire più ordini su un unico foglio di stampa rappresenta una sfida, non tanto per il posizionamento dei vari lavori, quanto per la necessità di tenere traccia dei singoli ordini ed assicurare la finitura più adeguata. Con Apogee v11, i marchi di collezione, i codici a barre delle segnature e altri elementi di riferimento rimangono in posizione e rimandano all’ordine originale.
“Si tratta di un enorme passo avanti in termini di efficienza produttiva”, ha dichiarato Erik Peeters, Global Marketing Manager Software Solutions. “Unendo gli ordini è possibile ridurre i cambi delle lastre e abbassare i costi di produzione. Con una notevole riduzione dello spreco di carta, diminuisce anche l’impatto ecologico. Come sempre, Apogee guarda oltre le singole funzionalità e tiene conto dell’intero ciclo di produzione”.

Hub produttivo
Apogee v11 è inoltre l‘hub produttivo ideale, in quanto garantisce un’accurata riproduzione dei contenuti indipendentemente dai dispositivi di output, che possono essere anche macchine da stampa digitali. Pertanto consente agli stampatori di accrescere la propria efficienza produttiva e di gestire i limitati margini di guadagno associati agli ordini con un basso numero di copie.
Apogee v11 si occupa di tutte le operazioni di preparazione necessarie, inclusi requisiti di produzione specifici come quelli richiesti dalla stampa di opuscoli o dalla funzione che impila e taglia i fogli dopo la stampa. Per ridurre ulteriormente la preparazione manuale dei lavori, è possibile elaborare gli ordini in maniera completamente automatizzata utilizzando AutoImpose, una nuova funzionalità del già premiato Apogee Impose. Questa funzionalità semplifica il flusso di lavoro e riduce i costi di produzione: gli operatori delle macchine da stampa digitali dovranno solo gestire e controllare i dispositivi e la qualità dell’output.
“La funzionalità di imposizione automatica offerta da Apogee v11 è fondamentale per la stampa digitale”, afferma Erik Peeters. “Abbinata alla soluzione di automazione basata su cloud di Agfa (PrintSphere AutoPilot), che utilizza informazioni XML o JDF per indirizzare ciascun ordine verso il dispositivo di output più adatto, questa funzionalità diventa uno strumento molto potente che contribuisce a incrementare l’efficienza complessiva di una tipografia”.

Maggiore controllo per gli acquirenti dei servizi di stampa
Aggiornato anche Apogee WebApproval, il portale online che consente agli acquirenti di servizi di stampa di accedere ai propri lavori per il caricamento del file e l’approvazione delle pagine. Innanzitutto, gli stampatori possono ora consentire ai clienti di creare direttamente nuovi lavori, riducendo il carico di lavoro degli operatori di prestampa per i lavori ripetuti. In secondo luogo, la nuova funzionalità “Ospite” consente ai fornitori di servizi di stampa di offrire un comodo servizio WebApproval anche a broker di servizi stampa e utenti non abituali. Infine, gli utenti possono ora visualizzare in anteprima i pieghevoli e controllare dimensione e posizione dei vari elementi nel layout.

 

Facile accesso online ai dati di produzione
Apogee WebFlow è un nuovo modulo che consente ai rappresentanti del servizio clienti, operatori di prestampa, responsabili della finitura o altre figure che operano all’interno di una tipografia di accedere ai dati di prestampa. Grazie ad Apogee WebFlow è più semplice controllare lo stato dei lavori, visualizzare il contenuto delle pagine e verificare quali segnature sono pronte per la stampa. Vi è uno scambio di informazioni tra WebFlow e PressTune, la soluzione software ECO3 di Agfa Graphics, scambio che consente ai rappresentanti del servizio clienti di controllare rapidamente la qualità di stampa degli ordini dei propri clienti, evitando i costi della ripetizione della stampa qualora l’acquirente non fosse soddisfatto della qualità.
“È possibile tenere traccia dei lavori in qualsiasi momento e ovunque ci si trovi, anche quando si è in viaggio oppure mentre ci si trova seduti sul proprio divano con un tablet”, sottolinea Erik Peeters. “Continuiamo a espandere la nostra gamma di strumenti web, senza mai dimenticarci dell’invito degli utenti a non creare  soluzioni che risultino eccessivamente complesse per i loro clienti”.

Un approccio orientato al futuro
L’innovazione è la forza motrice dell’attività di Agfa. Oltre 20 anni fa Apogee Series 1 è stato il primo flusso di lavoro a utilizzare il PDF come formato dei file di produzione. L’ultima generazione di Apogee continua a mantenere il suo ruolo di leader in ambito di soluzioni per il flusso di lavoro di prestampa, da qui le integrazioni con le ultime tecnologie di partner chiave quali Microsoft e Adobe. Apogee v11 include Adobe PDF Print Engine 5, per una compatibilità completa con il nuovo standard PDF 2.0 e una resa corretta dei vari design.
“Quando Adobe lanciò il PDF e Acrobat, ormai 25 anni fa, fu Agfa a proporre la prima soluzione di prestampa che utilizzava il nuovo formato PDF per il flusso di lavoro di stampa”, ha ricordato Mark Lewiecki, Senior Product Manager di Adobe. “L’ultima versione di Apogee prosegue con questa relazione di lunga data, sfruttando le potenzialità della versione 5 di Adobe PDF Print Engine. I clienti Agfa potranno godere di vantaggi quali una maggiore efficienza del flusso di lavoro, nuove potenti capacità di riproduzione del colore e una compatibilità completa con lo standard PDF 2.0”.

La versione 11 di Apogee sarà disponibile a partire dal 22 ottobre 2018, sia come servizio on-premise che come soluzione cloud. La versione on-premise sarà disponibile anche attraverso un modulo di iscrizione per i clienti che desiderano passare agevolmente a questa potente soluzione per il flusso di lavoro di prestampa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here