CONAI a Ipack-Ima per l’ecodesign: un packaging innovativo e a basso impatto ambientale

0
230

Ad Ipack-Ima l’eco-innovazione al centro delle iniziative del Consorzio Nazionale Imballaggi, per sensibilizzare le aziende a investire nel packaging a ridotto impatto ambientale

 

Il Consorzio Nazionale Imballaggi (CONAI) ha partecipato a Ipack-Ima 2018 con alcune iniziative dedicate alla progettazione del packaging in chiave sostenibile. In particolare è stato posto l’accento sulle attività del Consorzio sul tema, tra cui spicca l’edizione 2018 del Bando Prevenzione. Lanciato nelle scorse settimane, mira a valorizzare e diffondere le best practice nella progettazione dell’imballaggio green, mettendo a disposizione ben 400mila euro a disposizione delle imprese che hanno rivisto il proprio packaging in ottica di sostenibilità ambientale.
Al bando possono partecipare tutte le aziende consorziate che hanno rivisto il proprio packaging nella direzione della sostenibilità ambientale nel biennio 2016-2017, agendo sulle seguenti leve: riutilizzo, risparmio di materia prima, ottimizzazione della logistica, facilitazione delle attività di riciclo, utilizzo di materie provenienti da riciclo, semplificazione del sistema imballo e ottimizzazione dei processi produttivi.
Le proposte dovranno essere presentate entro il 30 giugno scaricando il bando dal sito web CONAI (www.conai.org). Saranno quindi analizzate attraverso lo strumento Eco Tool di Conai (www.ecotoolconai.org), che permette di calcolare, attraverso un’analisi LCA semplificata, gli effetti delle azioni di prevenzione attraverso una comparazione prima-dopo in termini di risparmio energetico, idrico e di riduzione delle emissioni di CO2.
“La sostenibilità ambientale sta diventando sempre più una leva di sviluppo competitivo e la prevenzione è lo strumento principale per ottenere imballaggi performanti e dal ridotto impatto ambientale. Per questa ragione, attraverso il Bando, anche quest’anno mettiamo a disposizione importanti risorse economiche per premiare gli sforzi di ricerca e sviluppo delle aziende consorziate, siano esse produttrici o utilizzatrici di imballaggi” ha dichiarato Giorgio Quagliuolo, Presidente di CONAI. “Un meccanismo premiante che, come CONAI, abbiamo promosso anche attraverso l’introduzione di un contributo ambientale diversificato che favorisce gli imballaggi in plastica maggiormente riciclabili”.
Inoltre, CONAI ha organizzato presso il proprio spazio espositivo alcuni workshop sul tema della progettazione sostenibile: il primo incontro dedicato a “LCA ed eco-design: gli strumenti per le aziende” ha ospitato esperti di Life Cycle Engineering. Nel secondo appuntamento CONAI ha mostrato ai partecipanti le azioni concrete e l’impegno messo in campo sul tema, mentre l’ultimo giorno di fiera il focus è stato il tema dell’ecoinnovazione declinato sugli imballaggi in plastica, con “Progettare Riciclo: il design for recycling negli imballaggi in plastica”, a cura di Laura Badalucco, Coordinatore scientifico del master in Design per l’Economia Circolare dell’Università Iuav di Venezia, e dei tecnici di Corepla.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here