Certificazione e marchio Eco-print: “Labanti & Nanni” mette l’ambiente al centro nella stampa industriale

0
425
L’azienda emiliana, in grande crescita nel settore della cartotecnica, ha fatto una scelta di sostenibilità e di qualità: è tra le prime in Italia a realizzare stampati solo con criteri, lavorazioni e materiali a bassissimo impatto ambientale

 

 

Svolgere attività di grafica industriale e cartotecnica riducendo al minimo il proprio impatto sull’ambiente è possibile. Lo testimonia l’azienda bolognese “Labanti & Nanni”, una delle primissime realtà del suo settore in Italia a conseguire la certificazione Eco-print© e a poter così offrire ai propri clienti la garanzia di un intero processo di stampa industriale rispettoso dell’ambiente al maggior livello possibile, secondo uno standard chiaro e verificabile.

La certificazione Eco-print© è la prima nel settore della stampa in Europa a tenere in considerazione l’intero ciclo produttivo della stampa, partendo dalle materie prime utilizzate, come carta e inchiostri, passando per le fasi di stampa vera e propria fino alle finiture, all’imballaggio e al trasporto del prodotto finito.
Prerequisito per raggiungere la soglia di performance ambientale prevista dalla certificazione è il rispetto di tutti gli obblighi e divieti dettati dalla normativa locale, nazionale ed europea, sulle emissioni in atmosfera, sugli scarichi idrici, sulla gestione delle sostanze pericolose e sulla gestione dei rifiuti. “Labanti & Nanni”, oltre a queste condizioni basilari, ha centrato con il proprio sito produttivo numerosi obiettivi di politica verde che consentono di ottenere la certificazione aziendale. Innanzitutto l’azienda possiede una propria politica ambientale con obiettivi quantificabili di miglioramento e ha un piano per il monitoraggio dei consumi e delle proprie emissioni. Effettua la raccolta differenziata nel proprio stabilimento, utilizza procedure per ridurre gli sprechi e gli scarti di produzione.È poi grazie al rispetto dei parametri necessari per poter realizzare prodotti etichettati con il marchio certificato Eco-print© che “Labanti & Nanni” riesce a contraddistinguersi ancora di più nel panorama della stampa industriale e cartotecnica italiana e ad entrare nel ristrettissimo numero di aziende che possono offrire ai propri clienti il valore aggiunto di un prodotto impeccabile e sostenibile dal punto di vista del rispetto dell’ambiente. La storica azienda bolognese utilizza carta e cartone certificati FSC, PEFC ed Ecolabel; per il processo di stampa tradizionale si serve di lastre che non utilizzano sviluppi chimici e utilizza inchiostri a base vegetale.

La certificazione Eco-print© viene rilasciata per cinque anni da Vireo, ente di certificazione esterno indipendente che ha partecipato alla stesura dello standard ed è preposto alle visite ispettive di verifica dei requisiti di certificazione, che si effettuano ogni anno.

“Labanti & Nanni” ha conseguito la certificazione a dicembre 2017 e da alcune settimane sta mettendo in pratica lo standard previsto, impegnandosi a rispettarlo in ogni fase del proprio lavoro. Il processo di miglioramento dei parametri ambientali si è avviato tre anni fa e si è completato con il recente trasferimento dell’intera produzione aziendale nella innovativa e più ampia sede di Anzola dell’Emilia (BO).

 

“Il conseguimento della certificazione Eco-print è il frutto di un percorso che abbiamo intrapreso con convinzione da diverso tempo e che va di pari passo con il continuo miglioramento della  qualità della nostra produzione e del nostro essere azienda – spiega il presidente di “Labanti & Nanni”, ingegner Antonio Bonacini -. Crescere in sostenibilità non fa bene solo all’ambiente ma è anche un processo che ci impegna costantemente e ci permette di essere più efficienti, attenti, responsabili, anche nei confronti di ciò che chiedono il mercato ed i nostri clienti. Con il marchio di prodotto certificato vogliamo offrire perciò qualcosa di speciale, un livello di eccellenza che i nostri clienti più esigenti possono far valere a loro volta con i loro clienti”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here