Cartotecnica G. Pistolesi si affida a BOBST

0
859
Da sinistra Walter Giani titolare e responsabile di direzione, Gianni Rigoli responsabile reparto fustellatura e Marco Giani titolare e responsabile di produzione

La nuova fustellatrice autoplatina® NOVACUT 106 E di BOBST consente a Cartotecnica G. Pi­stolesi di soddisfare le esigenze di un mercato che chiede sempre più qualità in termini di flessibilità e rapidità

 

Cartotecnica G. Pistolesi di Fagnano Olona (VA) fondata nel 1954 per volontà di Raimondo Pistolesi nonno degli attuali titolari Francesco, Walter e Marco Giani, è una realtà a conduzione familiare, dove lavorano una ventina di persone tra produzione e amministrazione e all’interno della quale il pas­saggio generazionale è avvenuto con successo, innescando una costante evoluzione che ha portato l’azienda a dotarsi di tecnologie innovative per affrontare il mercato con un nuovo approccio.
“Noi siamo il classico fornitore conto terzi e siamo riconosciuti sul mercato per la nostra affidabilità e serietà; i nostri clienti sono cartotecniche, stampatori e altre azien­­de del settore. Il nostro parco macchine è composto da tre accoppiatrici, cinque linee per la fustellatura e il reparto incollatura con quattro linee di piega-incolla”, esordisce Walter Giani.
Il fatto di essere dei terzisti permette all’azienda di servire settori merceologici diversi consentendo ai propri clienti di avere imballi, espositori e astucci già assemblati in tempi brevi, garantendo standard qualitativi elevati.

 

Fustellatura e produttività senza confronti
La filosofia di Cartotecnica G. Pistolesi è sempre stata caratterizzata dall’obiettivo di un continuo aggiornamento tecnologico del parco macchine, innovazione nella tradizione, per riuscire a differenziarsi offrendo produttività e sempre più flessibilità nelle tipologie di lavorazione.
In quest’ottica si delineano le motivazioni dell’acquisto della nuova soluzione BOBST: “Abbiamo scelto di investire essenzialmente per garantire nella fustellatura uno standard qualitativamente più elevato, e soprattutto per rispondere alle continue richieste ed esigenze di lavoro concentrato nel breve periodo, perché oggi tutti i tipi di commessa, e le nostre tirature vanno da qualche mi­gliaio di pezzi a centinaia di migliaia, sono da portare a termine in sempre minor tempo.
L’installazione è avvenuta a gennaio 2017 e dopo sei mesi posso affermare con certezza che la macchina ha prestazioni eccellenti. Dal momento che oggi i tempi di consegna sono sempre più stringenti, i tempi di configurazione delle macchine diventano sempre più difficili da ammortizzare e quindi ridurli è fondamentale.
La fustellatrice NOVACUT 106 E di BOBST ha delle ca­rat­teristiche che si traducono in una maggiore flessibilità di utilizzo. Con il sistema Centerline, soluzione per l’allineamento di alta precisione degli utensili brevettata da BOBST, sono garantite la rapidità di cambio di lavorazione e anche la ripetibilità delle commesse”, spiega Giani.

 

Il sistema Centerline

Il sistema Centerline BOBST, uno tra gli oltre 3000 brevetti registrati da BOBST, dimostra l’impegno di BOBST, sempre in prima linea, verso l’innovazione.
Ogni fustellatrice autoplatina® BOBST è equipaggiata con questo sistema, di conseguenza anche la NOVACUT 106 E usufruisce dei benefici di questo ingegnoso e unico sistema di allineamento degli utensili.
Con Centerline, sia gli utensili standard che quelli dedicati possono essere pre-allineati all’esterno della macchina e una volta fatta l’impostazione iniziale, le ripetizioni del lavoro diventano ciò che dovrebbero essere: semplici, veloci e accurate. Centerline riduce drasticamente i tempi di preparazione, cambio e ripetizione dei lavori, ed è più preciso rispetto a qualunque altro sistema di allineamento utensili disponibile.
La macchina è molto performante e ha permesso a Carto­tecnica G. Pistolesi di aumentare la produttività del 40%.
NOVACUT 106 E è anche molto versatile nella gestione dei materiali: l’alimentatore è stato progettato per gestire perfettamente tutti i materiali, dalla carta leggera al cartone, dai supporti sintetici al cartone ondulato e anche il cartoncino accoppiato.
Un’altra caratteristica che contraddistingue una fustellatrice BOBST è il principio di compensazione automatica della rigidità integrato nel suo design brevettato.
Indipendentemente dalla pressione applicata, rispetto a qualsiasi altra macchina, la fustellatrice richiede sempre meno compensazioni e ha un comportamento più sta­­bile in fase di funzionamento, garantendo configurazioni più ra­pide, una migliore qualità dei prodotti e meno interruzioni della produzione.
“Nella nostra azienda abbiamo altri sistemi di produzione forniti da BOBST e quest’ultimo acquisto ha confermato la qualità e l’affidabilità delle sue soluzioni, in grado di rispondere perfettamente alle esigenze di una moderna cartotecnica che, come la nostra, vuole essere sul mercato facendo investimenti oculati e assolutamente in li­nea con le aspettative della clientela che continuando a rinnovarci la sua fiducia, ci fa capire di essere sulla strada giusta”, conclude Giani.