AV Flexologic sbarca in Italia con i suoi montacliché automatici

0
427

L’azienda olandese, leader mondiale nella produzione di montacliché automatici per l’industria della stampa flessografica, ha iniziato nel 2017 l’attività diretta sul mercato italiano, dove sono già una decina le installazioni effettuate, la prima delle quali presso SDR PACK di Rosà (Vi)…

 

Da sinistra Matteo Boscardin, Supervisor di Produzione d HR Plant Manager di SDR Pack con Dario Scursatone, responsabile AV Flexologic per il mercato italiano

SDR PACK negli ultimi anni si è resa protagonista di grandi cambiamenti, non ultimo il nome, passando dallo storico Sacchettificio di Rosà alla denominazione attuale, che unisce nel nome SDR PACK la tradizione e l’innovazione di una realtà impegnata a vestire con le sue soluzioni di packaging, i prodotti dei propri clienti, con brand fra i più noti nel settore del food.
Numerosi anche gli investimenti in infrastrutture, con un nuovo capannone adiacente all’attuale sede che porterà l’azienda a occupare 8 mila metri2 di superfice, e soprattutto in tecnologie, con l’inserimento nel reparto produttivo di una quarta macchina da stampa di ultima generazione. Numeri importanti quelli di SDR PACK, che giornalmente stampa 400 mila metri di film accoppiandone 500 mila metri con le tecnologie solventless, una delle quali è configurata con il taglio laser per le confezioni flessibili finestrate di film plastico accoppiato a carta. Ricordiamo che SDR PACK ha anche il reparto di estrusione con 5 linee che producono 25 mila chili di materiale in media al giorno. L’organico di circa 80 collaboratori è quindi destinato a essere incrementato.

 

Montacliché automatici per il montaggio lastre: produttività aumentata del 50%
Con questi numeri è assolutamente indispensabile evitare ogni possibile collo di bottiglia che potrebbe andare a compromettere la produzione, organizzata oggi su due turni di lavoro che in futuro potrebbero anche diventare tre. Un reparto molto importante è quello dedicato al montaggio dei cliché sulle sleeve di stampa. SDR PACK per quanto riguarda la realizzazione dei cliché fotopolimerici si avvale della collaborazione di primarie aziende esterne, e internamente due operatori controllano il materiale e provvedono a preparare le maniche di stampa, montando i cliché. “Questa è una di quelle fasi, apparentemente semplici, che se non vengono eseguite alla perfezione, compromettono l’intera produzione, e causano fermi macchina molto costosi per le aziende”, interviene Dario Scursatone, responsabile AV Flexologic per il mercato italiano. L’azienda olandese è leader mondiale nella produzione di cliché automatici, con oltre 200 dipendenti, ma fino all’anno scorso non aveva una presenza diretta sul mercato italiano –  “in poco meno di un anno abbiamo creato una struttura commerciale e di assistenza tecnica in Italia, portando a compimento una decina di installazioni di montacliché manuali, semiautomatici e automatici presso primarie aziende nazionali per la stampa Flexo e per la produzione di cliché. L’azienda ha investito notevolmente nel nostro mercato, considerato molto importante da un punto di vista strategico, viste le numerose realtà di stampa flexo. Inoltre abbiamo creato un servizio di assistenza tecnica per le nostre macchine in Italia grazie alla collaborazione con una azienda specializzata del settore di Milano.
Av Flexologic ha iniziato a produrre i montacliché automatici già nel 2005, oltre 10 anni in anticipo rispetto ad altri produttori, e punta ad aumentare notevolmente la propria presenza proprio in virtù di prodotti tecnologicamente all’avanguardia, ancora poco noti, e quindi tutti da scoprire. Le soluzioni proposte dal costruttore olandese sono indirizzate al mercato dell’imballaggio flessibile in banda larga, etichette e cartone ondulato. Nella sua gamma inoltre sono presenti sleeve e sistemi per lo stoccaggio delle stesse e sistemi di stampa 3D.
“In SDR avevano due montacliché manuali che sono stati sostituiti da 2 macchine completamente automatiche modello SAMM 2.0, i primi con questo livello di automazione a essere operativi in un’azienda italiana”, conclude Scursatone,

“Stampando in media tirature abbastanza corte, per circa 40 lavori al giorno, movimentiamo all’incirca 300 lastre al giorno. Avevamo quindi bisogno di velocizzare la nostra capacità produttiva nella fase di montaggio e devo dire che l’obiettivo è stato raggiunto con un aumento di quasi il 50%. Se prima per preparare e montare un lavoro di 8 colori impiegavamo circa 1 ora, adesso con le nuove macchine siamo scesi a 40 minuti”, aggiunge Matteo Boscardin, Supervisor di Produzione e HR Plant Manager di SDR PACK nonché rappresentante della seconda generazione già presente da tempo in azienda.
In previsione di aumentare le commesse di stampa, l’azienda si è creata dello spazio che potrà quindi essere tranquillamente occupato dai nuovi lavori.

 

SAMM 2.0 nel dettaglio
La nuova versione del Montacliché Semiautomatico SAMM 2.0 è stata sviluppata per migliorare la precisione e la sicurezza e per ottimizzare il tempo impiegato dall’operatorenella fase di montaggio. La SAMM 2.0 è dotata del sistema di riconoscimento delle immagini brevettato, ulteriormente perfezionato grazie al software intelligente, e del tavolo di montaggio robotizzato, che permette alla macchina di sostituire l’operatore nel posizionamento del cliché. Il tavolo frontale motorizzato consente il montaggio completamente automatico del cliché flessografico.
Dopo aver posizionato il cliché sul tavolo, questo viene bloccato e vengono scansionati i riferimenti (crocini, micropunti) che permettono alla macchina di posizionare la lastra con la massima precisione, utilizzando il sistema di riconoscimento delle immagini brevettato. Gli ingegneri di AV Flexologic hanno sviluppato un tavolo di aspirazione motorizzato che aumenta la precisione e la velocità durante il montaggio. Nella fase iniziale, il rullo a pressione si abbassa automaticamente, garantendo un montaggio senza bolle d’aria o imperfezioni. La perfetta sinergia tra il software e l’hardware permette un processo di montaggio automatico in un tempo record di 30-45 secondi per singolo cliché, lasciando l’operatore libero di svolgere altre attività.
“Quando abbiamo visto questa macchina all’opera siamo rimasti positivamente sorpresi dalla qualità del montaggio delle lastre, soprattutto per quanto riguarda il mantenimento del registro e l’assenza di bolle d’aria”, dice ancora Matteo Boscardin.
È chiaro inoltre che in presenza di un processo completamente automatico vengono eliminati tutti i possibili errori causati dall’operatore e quindi si azzerano anche i costosi fermi macchina; se consideriamo che un fermo macchina nella flexo si aggira sulle 3/400€ all’ora è ben comprensibile l’attenzione che un’azienda deve porre in ogni fase precedente la messa in macchina, affinché tutto fili liscio.

 

AV Flexologic sarà a Print4All
“Sappiamo che in Italia sono ancora molte le aziende che utilizzano montacliché manuali, e quindi siamo consci della grande potenzialità da sfruttare per le nostre tecnologie automatiche, a partire dalla prossima Print4All dove saremo presenti con uno stand e due montacliché, una SAMM 2.0 per la banda larga e un SAMM USD 800 quella più stretta per il mercato delle etichette, per quello che sarà per noi una sorta di presentazione ufficiale al mercato della flexo in Italia”, conclude Scursatone.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here