Adesa è la prima azienda in Europa ad aver adottato la stampante Durst Tau 330 e il sistema di finitura laser in-line LFS 330

0
208

L’automazione totale permette a una delle stamperie di etichette leader in Francia di completare i lavori in un singolo passaggio e di ottenere nuovi ordini

 

Durst, produttore di tecnologie di produzione digitale, ha annunciato che Adesa, una delle principali stamperie di etichette in Francia, è la prima azienda in Europa ad aver investito nel sistema di finitura laser in-line Durst, con tecnologia di taglio all’avanguardia di Spartanics, per la stampante digitale a getto d’inchiostro UV per etichette Tau 330.
Durst offre un flusso di lavoro digitale completo con cambio di lavoro totalmente automatico in un unico passaggio. Ciò risolve un importante problema per Adesa, che sta siglando nuovi contratti dall’adozione del sistema in-line Durst 330 LFS.
Brice Carugati, Presidente di Adesa, che ha sede nei pressi di Nimes, nel sud della Francia, afferma: “È una macchina speciale, che stampa e taglia in un unico passaggio. Un altro fattore importante di questo investimento è il bianco estremamente brillante che offre. Il bianco viene infatti stampato di gran lunga meglio che sulla macchina che usavamo in precedenza. Con quest’ultima non potevamo nemmeno eseguire la serigrafia perché era troppo lenta e costosa. Non era quindi adatta al tipo di lavoro che dovevamo eseguire per i clienti”.
L’acquisto della stampante Durst Tau 330 e del sistema in-line LFS 330, effettuato attraverso il rivenditore JetPack France SAS con sede a Parigi, va a completare i servizi di flessografia e stampa offset digitale offerti da Adesa. “Ci sono situazioni in cui la qualità è troppo alta per l’offset digitale e troppo bassa per la flessografia, allora utilizziamo la stampa a getto d’inchiostro”, continua Brice Carugati.
“A volte si tratta di lavori di 2.000 e 3.000 metri lineari, ma dipende dai requisiti in termini di dati variabili. Per alcuni lavori, eseguiamo a volta tirature di addirittura 5.000 metri lineari. L’inchiostro si asciuga all’istante e non è necessario utilizzare supporti pre-rivestiti. Possiamo anche stampare per diversi settori, ad esempio quello alimentare e quello industriale, oltre a quello dei cosmetici.
“Il mercato delle etichette è estremamente competitivo e dobbiamo costantemente distinguerci dalla concorrenza offrendo soluzioni innovative. Grazie alla soluzione in-line Durst, abbiamo siglato svariati contratti che in passato sarebbero stati fuori dalla portata di Adesa. Eravamo ad esempio in competizione con un’altra azienda francese per un ordine di 400.000 etichette con 12 diversi testi per la stampa variabile. Sapevo che avremmo ottenuto immediatamente quell’ordine utilizzando il sistema Durst-Spartanics. La stampa a getto d’inchiostro è ottima. L’inchiostro è molto resistente, luminoso e ha colori brillanti, e tutto viene completato in un singolo passaggio”. Continua: “Ci siamo presi tutti il tempo necessario per familiarizzare con la tecnologia e poter produrre etichette autoadesive con un flusso completamente digitale. Ciò riduce notevolmente i tempi di produzione e migliora i tempi di risposta”.
Helmuth Munter, Durst Segment Manager, Labels & Package Printing, spiega: “Dal dialogo con aziende europee e di altre parti del mondo è emerso che c’è una reale necessità del getto d’inchiostro come tecnologia complementare in aree specifiche. Adesa gode di una grande reputazione sul mercato della stampa di etichette europeo e ha una visione chiara: è infatti consapevole che, con il crescere dell’attività, la stampa a getto d’inchiostro avrà un ruolo sempre più importante come tecnologia complementare”.
Adesa ha configurato la stampante a getto d’inchiostro Durst Tau 330 con sette colori, con l’arancio e il viola a complemento dei colori primari (CMYK). L’integrazione in-linea del modulo di taglio laser presenta notevoli vantaggi: non rallenta la stampante Durst Tau 330 (48 m/min) e offre un’ampia gamma di applicazioni. La macchina offre inoltre una maggiore opacità del bianco, rispondendo così ai requisiti dei clienti che stampano etichette trasparenti per l’industria alimentare.