A settembre a Norimberga va in scena FachPack 2018

0
316
Verpackung

Per presentare le tematiche e le novità di FachPack 2018, che raccoglie tutto il settore dell’imballaggio europeo, l’organizzatore Fiera di Norimberga lo scorso giungo ha organizzato un evento a Norimberga, invitando i rappresentanti della stampa tecnica europea, che hanno anche avuto l’occasione di visitare Siemens AG a Erlangen

Il numero degli espositori è importante, sono confermati 1500 partecipanti. Per aiutare i visitatori a pianificare meglio la visita al salone, la responsabile alla NürnbergMesse Cornelia Fehlner e il suo team hanno studiato una bella soluzione. “Da un lato abbiamo iniziato a suddividere i padiglioni in base a diverse aree tematiche, come si può vedere dalla planimetria del salone. Dall’altro abbiamo messo a disposizione sul sito www.fachpack.de una guida di settore. Il nuovo strumento di navigazione è stato concepito all’insegna del motto ‘Trovare anziché cercare’, La nuova guida, infatti, aiuta a rispondere alla domanda: “Per quale settore cerco una soluzione di packaging?” I settori tra cui scegliere sono sette: food and beverage, pharma e bioingegneria, cosmesi, chimica, automotive, beni di consumo e prodotti industriali”, spiega Fehlner.
Con il suo nuovo slogan “Il domani si crea facendo” FachPack si presenta in una veste più fresca, più forte e dal profilo più spiccato. Orientata alle soluzioni e alla concretezza, la fiera resta affidabile e pragmatica come sempre.

Un interessante programma collaterale

Una novità sarà il padiglione 8, il cui focus si concentrerà sugli imballaggi premium e sulla stampa e la nobilitazione degli imballaggi in generale.
In sintonia con l’idea di design il padiglione 8 riceverà i visitatori in un sofisticato look bianco e nero: moquette e pareti nere cui farà da contrasto il bianco degli stand. Circa 70 aziende presenteranno qui i loro prodotti e le loro soluzioni. Al centro della struttura ci sarà una mostra speciale realizzata da bayern design dove saranno esposti circa 30 prodotti innovativi, tra questi: barattolini per cosmetici in legno di abete finlandese, olio d’oliva in un involucro di zucchero cristallino e colore per pareti confezionato in una sacca a forma di zaino completa di rullo per l’applicazione.
Fedele al motto “non c’è uno senza due”, il forum PackBox tanto amato dal pubblico (padiglione 7) sarà affiancato dal nuovo forum TechBox nel padiglione 3. Così facendo si avrà un numero quasi raddoppiato di relazioni specialistiche, presentate da famosi partner di settore che condivideranno conoscenze nel campo delle tecniche di imballaggio e di marcatura, nonché nell’ambito dell’intralogistica e della logistica degli imballaggi, stampa e nobilitazione.
Nuovo sarà anche il Pavillon delle associazioni europee nel padiglione 6 che inviterà allo scambio di esperienze e visioni. Circa dieci rappresentanze di interessi e associazioni di vari paesi europei (ad es. Polonia, Repubblica Ceca, Ungheria, Lettonia, Baesi Passi, Austria) si presenteranno su quest’area speciale connotata da un allestimento aperto e invitante al dialogo.
Sempre nel padiglione 6 sarà presente anche il Deutsches Verpackungsinstitut – dvi (Istituto tedesco per l’imballaggio) di Berlino al cui stand si potranno vedere i prodotti insigniti del Deutscher Verpackungspreis (Premio tedesco dell’imballaggio). Quest’ultimo rende onore a soluzioni innovative d’eccellenza in ben dieci categorie differenti, è il più celebre concorso europeo dell’imballaggio e sarà assegnato dal dvi il giorno dell’apertura di FachPack.

Siemens in fiera: innovazione negli imballaggi – vantaggi della digitalizzazione
Nel prossimo numero pubblicheremo un articolo dedicato sulla visita alla sede di Siemens a Erlangen, qui ci limitiamo a parlare delle soluzioni che l’azienda ha deciso di presentare a FachPack.
Il tema scelto per lo stand da Siemens riassume l’impegno della società per rispondere alle esigenze del settore: pressioni sui costi, tempi di sviluppo sempre più brevi e la necessità di avere macchine sempre più flessibili. In fiera Siemens farà vedere dove il mondo reale e quello digitale si fondono.
MindSphere, il sistema operativo IoT aperto e basato su cloud di Siemens, offre possibilità completamente nuove nel campo dei servizi digitali. Siemens propone soluzioni innovative dal punto di vista dell’operatore dell’impianto utilizzando esempi provenienti dalle industrie alimentari e delle bevande e farmaceutiche. Questi includono soluzioni software che simulano e convalidano concetti di meccatronica e strumenti di ingegneria ad alta efficienza, nonché una nuova libreria funzionale di soluzioni software modulari che costituiscono la base di applicazioni standard nel settore dell’imballaggio.
ShowCase: il clou dello stand Siemens sarà la copia digitale di una macchina e la simulazione associata dei processi di produzione. Utilizzando una vera insaccatrice tubolare Basic 490 prodotta da MIF e la sua copia digitale prodotta con NX Mechatronics Concept Designer, Siemens è in grado di ridurre il time-to-market dei costruttori di macchine. Ad esempio, una macchina può essere commissionata virtualmente, senza dover produrre costosi prototipi. Con questo metodo le sequenze operative possono essere testate prima, e quindi eliminare problemi ed errori riducendo i costi prima del risolto prima che si verifichino nel funzionamento reale.
Esposta una nuova libreria software modulare per macchine confezionatrici, la base per la prossima generazione di macchinari. L’hardware è basato sul controller Simatic S7-1500. I controller Simatic S7-1500, gli azionamenti Sinamics e i motori Simatic vengono combinati in modo rapido e semplice con i relativi moduli software testati sul campo tramite TIA Portal Engineering Framework per creare applicazioni standard velocemente e facilmente. I moduli della libreria includono pagine HMI (Human Machine Interface) pronte all’uso. Ciò consente agli ingegneri meccanici di adattare rapidamente i software Siemens alle proprie esigenze.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here